A rischio la nuova fermata ferroviaria di Como Camerlata

434948_6699576_Rendering__19536727_medium“La Giunta dia il via libera in tempi brevi al progetto altrimenti si corre il serio rischio di perdere un’occasione importante per tutto il territorio comasco. Il comune di Como, con l’approvazione del pgt ha fatto la sua parte, così come Rfi e Pedemontana che ha già previsto la presenza della nuova stazione nel progetto di collegamento tra il primo lotto della tangenziale di Como (svincolo Acquanera) e la via canturina. La regione invece temporeggia troppo e Como non se lo può permettere visti i tempi stretti per l’ottenimento del finanziamento Por che indica come data ultime dicembre prossimo”. Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri intervenuto in merito al progetto della nuova fermata passeggeri Albate Camerlata, sulla rete Rfi, in corrispondenza della stazione Como Camerlata, dell’adiacente rete ferrovie nord. Un’opera importante per la viabilità comasca che permetterà di avere maggiore sinergia tra le direttrici ferroviarie Milano – Como lago, Milano – Como San Giovanni – Lugano e Como – Lecco che punta sull’intermodalità ferro – gomma, grazie alla nuova area parcheggio e alla stazione degli autobus.

“La Regione così facendo fa perdere a Como i 5 milioni di euro di fondi europei previsti per Camerlata. Che si sia già deciso di dirottare i soldi su altri progetti legati all’innovazione così come prevede una delibera regionale di giugno?”.

Articolo scritto in Mobilità e con i tag , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>