Dimissioni Boni: dopo 40 giorni finalmente le dimissioni

“La Lega si è arroccata per 40 giorni a difesa del presidente Boni, ma grazie alle prese di posizione unitarie dei gruppi di minoranza ha dovuto cedere. L’ennesimo sconquasso in una maggioranza sempre più allo sbando”, commenta Luca Gaffuri, capogruppo consiliare del Pd, dopo l’annuncio fatto dall’esponente leghista di dimissioni dalla carica di presidente del Consiglio regionale.

“A quasi un mese e mezzo dalla notizia delle indagini a suo carico, Davide Boni ha fatto solo un atto di correttezza istituzionale che gli avevamo chiesto più volte – continua Gaffuri –. Erano i primi di marzo quando ha ricevuto un avviso di garanzia per corruzione e, nonostante gli inviti, non solo dell’opposizione, a farsi da parte, sosteneva e ha sostenuto fino a pochi giorni fa di non aver nulla da temere. Ora, all’improvviso, cambia registro e assicura di voler semplicemente seguire l’esempio del suo leader Umberto Bossi. In realtà, fa ciò che andava fatto da tempo: togliere dall’imbarazzo l’istituzione Consiglio regionale. Alla buon’ora”.

Articolo scritto in Idee e politica e con i tag , , , , .

Una risposta a Dimissioni Boni: dopo 40 giorni finalmente le dimissioni

  1. ANGELO ORSENIGO scrive:

    Finalmente! E adesso cosa fa, va nel Gruppo Misto insieme a Penati?
    O il PD, tutto il PD, chiede anche a Penati di dimettersi da Consigliere regionale?
    A noi non dovrebbero bastare gli atti di correttezza istituzionale. Anche se non è colpevole, si dovrebbe dimettere.
    E il partito deve chiedere a tutti, qualunque cognome portino, se indagati, le dimissioni.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>