Una vergogna strumentalizzare i bambini per fare bassa politica

“Sospettavamo già che le primarie del PDL sono state soprattutto un’occasione per mettere in scena regolamenti di conti interni e ratificare logiche di partito– commenta Raffaele Grieco, cosigliere PD nella Circoscrizione 5 – tuttavia non avevamo idea che si fosse scesi tanto in basso. In Consiglio Comunale di lunedì sera ha rivelato il tentativo di strumentalizzare un’associazione di volontariato che si occupa di bambini dislessici, invitando i genitori a votare per Laura Bordoli”.

“Nella mail spedita alle famiglie – prosegue Grieco – si legge che l’associazione è in grado di aiutare i bambini solo grazie alle ottime relazioni con gli enti istituzionali, in particolare con il comune di Como, e per questo era opportuno votare la Bordoli. Crediamo che le Primarie siano un strumento prezioso per la democrazia e un’occasione di partecipazione dei cittadini; crediamo inoltre che Como e il suo territorio si meritino qualcosa di meglio di questo squallido mercatino di voti fatto sulla pelle dei bambini”.

Oggi, alle 12 avrebbe dovuto esserci il Consiglio di Circoscrizione, presieduto proprio da Mario Pitassi, il marito di Verena Bassani, presidentessa  dell’associazione “VeLa dislessia”. Tuttavia la seduta è stata annullata per mancanza del numero legale. Presenti solo due consiglieri di opposizione e uno di maggioranza, mentre il presidente Pitassi aveva già comunicato di non poter presenziare a causa di impegni lavorativi. ”Il Consiglio di Circoscrizione - conclude Grieco – avrebbe potuto essere un’occasione, oltre che per esprimere il parere importante sulla costruzione del famoso hotel in via Manzoni,  per discutere della faccenda che ci oltraggia tutti e che ci fa dire, vergogna!”

Articolo scritto in Notizie da Como e con i tag , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>