Approvata alla Camera mozione sui rapporti Italia-Svizzera e sui frontalieri

Approvata nel tardo pomeriggio di lunedìuna mozione unitaria, a partire dalla mozione calendarizzata lo scorso aprile dai deputati Pd della III Commissione Affari Esteri, a prima firma on. Narducci, e dall’on. comasca Chiara Braga, relativa ai rapporti tra Italia e Svizzera con particolare riferimento alle doppie imposizioni e ad altre questioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio.

“La mozione unitaria appena approvata, frutto del lavoro e della condivisione degli obiettivi portati avanti in particolare dal Partito Democratico – commenta l’on. Chiara Braga – rappresenta un passaggio rilevante nei rapporti tra il nostro Paese e la Confederazione Elvetica, rapporti pesantemente messi in discussione nei mesi precedenti da un’azione di Governo ostinata alla sola paralisi diplomatica, al muro contro muro, alla mancanza di una vera e propria volontà di sedersi al tavolo delle trattative per trovare le soluzioni opportune”.

“L’evitare la doppia imposizione sul reddito dei circa 50 mila lavoratori frontalieri, salvaguardare la compensazione finanziaria a favore dei comuni italiani di confine con i cosiddetti ristorni, il recupero dei rapporti diplomatici con la Svizzera non ancora depennata dal nostro Paese dalla cosiddetta black list, nonostante i passi in avanti fatti dalla Confederazione in materia di assistenza amministrativa e fiscale, e la difesa della dignità e della tutela di coloro che ogni giorno varcano i confini di Stato per andare a lavorare all’estero, sono tematiche rilevanti e fondamentali che il Governo non si può permettere di non affrontare; il Governo deve tornare a compiere fino in fondo il suo dovere”.

“Ci auguriamo – conclude la parlamentare comasca – che questa mozione unitaria esprima un cambio di passo, uno slancio dell’azione diplomatica italiana soprattutto nei rapporti finanziari ed economici con la vicina Svizzera, essenziale per il nostro territorio. Il Pd da parte sua vigilerà in tal senso sul territorio e in Parlamento”.

Articolo scritto in Blog Dem, Economia e lavoro, Idee e politica e con i tag , , , , .

Una risposta a Approvata alla Camera mozione sui rapporti Italia-Svizzera e sui frontalieri

  1. Marco scrive:

    Per ora non cambia proprio nulla… noi in Svizzera paghiamo i ristorni ai frontalieri italiani e nello stesso tempo l’Italia ci mette in black list, rende difficile il lavoro delle nostre imprese e ci considera come “paradiso fiscale” in modo da potere applicare tutte le possibili ritorsioni economiche e fiscali. Se fosse stato per me: o la finiamo con le discriminazioni, o i frontalieri se ne tornano a casa loro.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>