Le “Note sul lago” di un pianoforte chiudono la campagna elettorale

concerto finalePer chiudere in bellezza la campagna elettorale del candidato sindaco Maurizio Traglio, in vista del ballottaggio di domenica 25 giugno, venerdì 23 giugno, alle 20.30, al molo di Sant’Agostino, si terrà un concerto sull’acqua dal suggestivo titolo “Note sul lago”.
La Como internazionale che è nei progetti di Traglio e di tutti coloro che lo sostengono, porta un pianoforte sullo specchio d’acqua più famoso al mondo e la sua sVolta. In programma un opening di Andrea Chindamo, pianista comasco, cui seguirà la performance di Aeham Ahmad, pianista premio Beethoven 2015 per il suo impegno in favore dei diritti umani.

Pubblicato in Cultura e sport, Idee e politica, Notizie da Como | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Ballottaggio di domenica 25 giugno, noi del Pd vogliamo guardare avanti: il nostro sindaco è Maurizio Traglio

traglioDomenica 25 giugno 2017, dalle 7 alle 23, si voterà ancora, questa volta al ballottaggio che deciderà definitivamente chi diventa il nuovo sindaco di Como. Noi sosteniamo Maurizio Traglio e la sua idea di una Como che sVolta. Perché cambiare Como significa ascoltare la gente e dare ai comaschi la possibilità di partecipare e condividere le scelte fondamentali per la nostra città.
Ci piace ricordare che, come Partito democratico, a differenza degli altri schieramenti, abbiamo iniziato questo percorso condividendo con i cittadini anche la decisione sul nostro candidato sindaco con le primarie di marzo. E vogliamo anche far presente che in questi anni di amministrazione abbiamo iniziato a cambiare la città di Como e ora serve con coraggio accelerare il cambiamento.
Ovviamente, questo passaggio non può essere fatto da chi finge di essere la novità, ma rappresenta solo ed esclusivamente il triste passato della giunta di centrodestra. E nemmeno da chi, in questi anni, si è opposto, dicendo tutto e il contrario di tutto, alle scelte che ora vengono apprezzate dai comaschi, come la riqualificazione delle piazze del centro, la sistemazione dell’area ex Trevitex o la posa del monumento di Libeskind, senza, al contrario, proporre soluzioni ai problemi dei cittadini.
Per concretizzare questo cambiamento noi ci presentiamo con un gruppo forte, aperto e coeso attorno al nostro candidato sindaco Maurizio Traglio, uomo dell’innovazione nelle imprese e nell’economia, che può garantire una svolta vera per Como, nel rispetto del meglio di quello che abbiamo saputo fare in questi anni.
Domenica non ci sono vie di mezzo: si decide per lui o per gli altri, cioè il passato e tutto ciò che sappiamo. Noi non abbiamo dubbi: tra chi vuole fermarsi o peggio tornare indietro, vogliamo andare avanti. Maurizio Traglio e la sua squadra saranno la nostra guida.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Casa, Gaffuri: “Maroni chiede più autonomia per le Aler, ma il centrodestra le gestisce in modo pessimo da vent’anni”

case aler“Davvero Maroni vuole chiedere maggiore autonomia allo Stato per gestire meglio le case Aler? Sono più di vent’anni che il centrodestra le gestisce e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ultimo esempio è il ritardo con cui entrerà in vigore il nuovo regolamento, che doveva partire a gennaio scorso e ora si annuncia che sarà effettivo solo nel 2018. Peraltro, da quel che la Regione ha annunciato, non sembra rispondere alle esigenze dei cittadini lombardi”, lo dichiara Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, dopo le dichiarazioni del presidente lombardo a proposito delle novità introdotte da Regione Lombardia nella gestione delle case pubbliche.
“Il referendum consultivo è diventato una specie di paese dei balocchi. La verità dei numeri è che con i 50 milioni del referendum si potrebbe coprire quasi per intero il disavanzo annuo di una Aler grande quanto quella di Milano”, conclude Gaffuri.

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dalla Regione, Sanità e welfare, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Patrimonio culturale, Guerra: “Con la nuova legge toccare i nostri beni sarà un reato grave”

como vista3La Camera ha approvato, in prima lettura, il disegno di legge sulle Disposizioni in materia di delitti contro il patrimonio culturale, che riforma le disposizioni penali a tutela dei beni inserendo un apposito titolo nel codice penale. “L’esigenza di questo intervento normativo, nell’ottica di un adeguamento del sistema sanzionatorio, risponde al valore che la Costituzione assegna al nostro patrimonio culturale, in quanto gli articoli 9 e 42 evidenziano come la tutela del paesaggio e del patrimonio storico-artistico della Nazione siano degni di un livello di tutela superiore rispetto alla mera difesa del diritto all’integrità del patrimonio individuale. Inoltre, il disegno di legge si innesta a pieno titolo nel quadro internazionale, dove si registra un’accresciuta sensibilità per la protezione dei beni culturali”, commenta l’on. Mauro Guerra, parlamentare del Pd.
Il disegno di legge “favorisce la coerenza sistematica del quadro sanzionatorio penale, attualmente ripartito tra codice penale e codice dei beni culturali; assicura l’omogeneità terminologica di tutte le disposizioni incriminatrici, riconducendole al concetto di reati contro il patrimonio culturale; introduce nuove fattispecie di reato; innalza le pene edittali vigenti; introduce aggravanti quando oggetto di reati comuni siano beni culturali”, conclude Guerra. 

Pubblicato in Cultura e sport, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Invarianza idraulica, Gaffuri: “Entro giugno approvato il regolamento. Ma non è ancora sufficiente”

Fiume SevesoIn consiglio regionale si è discussa un’interrogazione a risposta immediata, presentata dal Gruppo regionale del Pd, sul tema della legge regionale 4/2016 sulla revisione della normativa regionale in materia di difesa del suolo, di prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico e di gestione dei corsi d’acqua, che sollecitava l’approvazione del regolamento per il rispetto del principio dell’invarianza idraulica e idrologica.
Il regolamento deve definire “gli ambiti di applicazione differenziati, il valore massimo della portata meteorica scaricabile nei ricettori, le modalità di integrazione tra pianificazione urbanistica comunale e previsioni del piano d’ambito, le indicazioni tecniche costruttive e le buone pratiche, tanto per citare alcuni importanti aspetti”, ricorda Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd.
Inoltre, il regolamento deve prevedere che “almeno tutte le nuove costruzioni debbano trattenere sul loro sedime l’acqua piovana perché non finisca nei fiumi a produrre rischio di dissesto idrogeologico. La legge è stata fatta più di un anno e mezzo fa, dopo di che dovevano essere approvati i regolamenti attuativi, ma nulla si è visto”, aggiunge Gaffuri.
Il dispositivo della question time chiedeva all’assessore proprio di sapere, “a distanza di oltre un anno dall’approvazione della legge, quali siano state le criticità che hanno impedito l’adozione, nei tempi previsti dalla norma medesima, del regolamento regionale ed entro quale termine la Giunta intenda colmare l’importante vuoto normativo, al fine di poter iniziare a dare finalmente attuazione ai principi annunciati”.
E la risposta è stata positiva, conclude il consigliere Pd: “Evidentemente, di fronte a un nuovo nostro sollecito, l’assessore regionale al Territorio non poteva far altro che assicurare che entro la fine del mese il regolamento verrà approvato. Bene, è una buona notizia, ma ancora una volta abbiamo dovuto costringerli a tirare fuori dal cassetto il regolamento, cioè a ricordarsi di completare le leggi approvate. La gestione del rischio idraulico nel nostro territorio, anche nel corso di questi ultimi mesi, ha continuato a non essere adeguata e c’è ancora tanto lavoro da fare”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Da Expo a Como internazionale: il candidato Traglio ne parla con il Ministro Martina

expo como martinaVenerdì 23 giugno 2017, alle 18, in via Pretorio, di fianco al duomo di Como, il candidato sindaco Maurizio Traglio incontra Maurizio Martina, Ministro delle Politiche agricole e vice segretario nazionale del Pd. Sul tema della sVolta, si parlerà di “Da Expo 2015 a Como internazionale”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento

A Como si parla della legge del “dopo di noi”

convegno dopo di noiGiovedì 22 giugno, alle 17, nella sala di Confcooperative, in via Martino Anzi 8, a Como, si terrà il convegno, organizzato dal Pd e da Ecologisti – Reti civiche, sul tema “La legge del dopo di noi”. L’incontro pubblico vuole illustrare i contenuti della norma che intende tutelare le persone diversamente abili una volta rimaste prive di sostegno familiare.
Intervengono l’on. Elena Carnevali, relatrice della legge, Irma Missaglia, presidente della Cooperativa Simpatia, Giorgio Colombo, presidente dell’Associazione “Noi genitori” Erba, Marco Noseda, presidente dell’Associazione “Il sorriso” Como, Michele Piscitelli, direttore di Eureka Servizi alla cooperazione.
Introduce Giovanna Foa, Ecologisti e reti civiche. Partecipano Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd e componente della Commissione Sanità del Consiglio regionale, e Roberta Marzorati, pediatra.

Pubblicato in Notizie dal Parlamento, Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Parchi, Braga: “Con la riforma, le aree protette diventano laboratori per un modello di sviluppo sostenibile”

parco“Dopo un iter lungo e minuzioso in Commissione Ambiente a Montecitorio, l’Aula della Camera ha approvato poco fa in seconda lettura la riforma della aree protette nazionali, che così ritorna al Senato. Questa norma permette ora di costruire un’ architettura organica di gestione e valorizzazione dei parchi nazionali. I parchi diventano laboratori di biodiversità, poli di rilancio dell’economia territoriale e baluardi per le politiche di adattamento al cambiamento climatico. La  semplificazione  gestionale renderà poi più snelli i meccanismi e le procedure di gestione e trasparenza dei parchi, qualificando anche la figura del direttore, che da oggi avrà competenze tecniche specifiche. Un ringraziamento sincero per il grande lavoro svolto va al relatore del provvedimento Enrico Borghi e ai colleghi di tutto il gruppo del Partito democratico”. Così l’on. Chiara Braga commenta l’approvazione alla Camera dei Deputati della riforma delle aree protette che ora ritorna al Senato per l’approvazione definitiva.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Giornata mondiale rifugiati, Braga: “Agire contro cambiamento climatico significa affrontare questioni quali migranti e rifugiati”

stranieri“Le crisi globali come quella dei migranti e quella del cambiamento climatico sono tutte strettamente correlate. Papa Francesco, domenica scorsa, ci ha ricordato che le migrazioni non sono un fenomeno limitato ad alcune aree del pianeta, ma toccano tutti i continenti e vanno sempre più assumendo le dimensioni di una drammatica questione mondiale. Non si tratta solamente di persone in cerca di un lavoro dignitoso o di migliori condizioni di vita, ma anche di uomini e donne, anziani e bambini costretti ad abbandonare le loro case con la speranza di salvarsi da guerre e carestie, spesso peggiorate o persino dovute al cambiamento climatico, fenomeno sempre più impattante e repentino. L’Onu stima a più di 200 milioni di potenziali migranti ambientali entro il 2050. E sono i minori a pagare i costi più gravosi dell’emigrazione”. Lo afferma nella Giornata mondiale dei Rifugiati l’on. Chiara Braga, deputata del Pd e componente della VIII Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera.
“Nel 2018 i leader mondiali si riuniranno alle Nazioni Unite per concordare il ‘Global Compact for Refugees’, un impegno che si basa sulla condivisione delle responsabilità, anziché lasciare i singoli Stati a sostenere da soli il peso del grande numero di rifugiati costretti a fuggire – conclude Braga -. L’Unione europea deve perciò comprendere che proprio sull’accoglienza si gioca il futuro del nostro continente con scelte precise e lungimiranti e non assunte solo nell’emergenza. L’Italia, come ribadisce anche il Presidente Mattarella, onora l’Europa e fa già la sua parte quotidianamente nel Mediterraneo con grande dispendio di uomini, mezzi e risorse economiche”.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Economia e lavoro, Idee e politica, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Nuovi treni, Gaffuri: “Basta parole al vento, i pendolari meritano di più”

757657-treno lomazzo“Abbiamo chiesto a Sorte di presentare una volta per tutte i contenuti, le risorse e le tempistiche del piano di investimento straordinario che aveva preannunciato lo scorso 17 febbraio, promettendo il rinnovo del parco circolante con 100 nuovi treni – spiega Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd dopo il question time discusso in Consiglio regionale sugli investimenti per il materiale rotabile della regione -. La risposta è stata chiara: non c’è nulla. Nessun piano concreto, nessuna tempistica o priorità, mentre le segnalazioni continuano ad arrivare numerose e i disservizi, i ritardi e i guasti sono all’ordine del giorno nella vita dei nostri pendolari”.
“Basta parole al vento – conclude Gaffuri –. I pendolari lombardi meritano un servizio migliore e una comunicazione più onesta e concreta”.

Pubblicato in Blog Dem, Economia e lavoro, Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , , , | Lascia un commento