Tangenziale, Gaffuri: “Nessun segnale di vita. Vedremo il primo gennaio”

tangenziale como ritagliata“Nessun segnale di vita” è il virgolettato con cui Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd, commenta sul giornale La Provincia di Como di martedì 17 ottobre gli impegni presi con i comaschi a proposito della tangenziale. Il consigliere dice di non aver registrato passi in avanti sull’argomento tangenziale di Como e sull’abolizione del pedaggio prevista dal 1 gennaio prossimo.
“No, non ci sono aggiornamenti. Questo però è un obiettivo fondamentale per Como e tutta la provincia. Da anni lo stiamo perseguendo, dimostrando che la scelta di portare a pagamento il primo lotto della tangenziale non va bene. Dobbiamo eliminare il pedaggio, rendere gratis la strada – dice ancora Gaffuri –. I numeri degli utenti che a oggi utilizzano il tratto autostradale sono ancora irrisori, il peso dell’opera è stato sorretto dal pubblico, i  benefici per cittadini e territorio tardano a vedersi”.
Gaffuri conclude dicendo che “ci aspettiamo che Roberto Maroni sia di parola e che dal primo gennaio del 2018 la tangenziale sia effettivamente gratuita così come ha promesso a più riprese. Per ora, in questi mesi, ancora non abbiamo visto una foglia muoversi. Immagino non sia affatto facile, ma ci contiamo perché per il nostro territorio è una questione troppo importante”.

Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Notizie dalla Regione, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Parco ex Zoo, Fanetti, Lissi, Guarisco: “Contro lo spaccio più illuminazione e più manutenzione del verde”

parcheggio centro lagoPer risolvere i problemi di sicurezza legati allo spaccio di stupefacenti nel parco di via Sant’Elia-via Recchi, più noto come ex Zoo, Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco, consiglieri comunali del Pd, propongono al Consiglio comunale una mozione che impegni sindaco e Giunta a dotare il parco di una maggiore illuminazione notturna e a eliminare le barriere visuali, anche tramite interventi sulla conformazione del verde e la sua manutenzione, in particolare nell’area del cosiddetto Giardino delle Rose.
L’atto è stato depositato e sarà discusso, si augurano i tre consiglieri, alla prima occasione utile in Aula.
“È notorio che nel parco sovrastante il parcheggio Centro Lago avvengano le attività illecite di spaccio di stupefacenti che alimentano un clima di insicurezza e allarme nella zona – ricordano Fanetti, Lissi e Guarisco –. Il modo di operare degli spacciatori nell’area si avvale degli alberi e dei cespugli dietro i quali si riparano durante le loro attività di smercio o nascondono le dosi di stupefacente”.
Ma è anche vero, precisano nella mozione i consiglieri Pd, che l’articolo 4 della Convenzione, sottoscritta dal Comune di Como, che è il concedente, con Parcheggi Italia Spa, che è la concessionaria, in data 15 dicembre 1999, alla voce ‘Utilizzo delle aree’, dice: «La Concessionaria si assume l’onere relativo alla manutenzione ordinaria del giardino pubblico, interessante l’intero appezzamento oggetto di concessione, fatte salve le porzioni interessate dai volumi indispensabili per l’accesso e la fuoriuscita di autovetture, nonché le porzioni strettamente necessarie per l’accesso all’impianto e quelle destinate al traffico veicolare e pedonale, per le quali la concessionaria si assume anche l’onere della straordinaria manutenzione. Il Concedente si riserva, comunque, la facoltà di concedere porzioni del giardino pubblico a terzi su specifiche istanze di utilizzo compatibili con la finalità e la fruibilità del giardino stesso. In tale circostanza il Concedente, qualora la richiesta consistesse nella installazione di manufatti, richiederà parere alla Concessionaria al solo fine di verificare la compatibilità tecnico-statica dell’utilizzo richiesto con il sotterraneo autosilo. L’eventuale porzione di suolo concessa a terzi dal Comune di Como sarà, ai soli fini della manutenzione, sgravata dagli obblighi assunti dalla Concessionaria».
Ed è tra le righe di questo accordo che il Gruppo comunale del Pd vede una possibile soluzione al problema che angoscia soprattutto i residenti in zona.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Notizie da Como, Sicurezza, Territorio | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Viadotto dei Lavatoi, Fanetti, Lissi, Guarisco: “Ma la Giunta che cosa intende fare per risolvere la situazione?”

viadotto dei lavatoi 2Un’interrogazione rivolta direttamente alla Giunta comunale di Como per chiedere cosa intende fare per la situazione del viadotto dei Lavatoi. La presentano i tre consiglieri comunali comaschi del Pd, riassumendo, nelle premesse, quanto sta accadendo.
Per questo Stefano Fanetti, Patrizia Lissi e Gabriele Guarisco ricordano che “le deficienze strutturali rilevate sul viadotto dei Lavatoi prolungano il permanere dell’interdizione del transito dei mezzi pesanti e le deviazioni del traffico stanno producendo pesanti conseguenze sulla circolazione veicolare in zona. Inoltre, i rallentamenti causati dai manufatti (barriere jersey) collocati per assicurare le limitazioni d’accesso al viadotto, hanno avuto ripercussioni notevoli sulla situazione viabilistica dei quartieri di Camerlata, Muggiò, Lora e Albate, in particolare nelle ore di punta, con il coinvolgimento degli assi stradali delle vie Oltrecolle, Muggiò, Canturina, Napoleona, Tentorio e del Lavoro”.
Non solo: “Le notizie riportate dagli organi d’informazione indicano che l’amministrazione comunale, dopo avere valutato ipotesi differenti per il miglioramento degli accessi dei veicoli leggeri al viadotto quali l’istallazione di appositi portali, è intervenuta all’ingresso da via Oltrecolle con una diversa collocazione delle barriere jersey già presenti – proseguono i tre consiglieri Pd –. Nel frattempo, prosegue il confronto con le categorie degli autotrasportatori e viene fatta la proposta di un senso unico in via Donatori di Sangue. In tutto ciò si colloca l’esasperazione dei residenti”, riassumono i firmatari.
“Nell’interrogazione ribadiamo anche come, in sede di Consiglio comunale, sia stato chiesto alla Giunta di avviare un confronto con la cittadinanza dei quartieri interessati, per la raccolta di segnalazioni di criticità e di eventuali suggerimenti utili alla gestione della situazione”, insistono Fanetti, Lissi e Guarisco.
Per questo, nell’atto chiedono alla Giunta di sapere “in che modo sta monitorando gli effetti dei provvedimenti relativi all’accesso al viadotto dei Lavatoi, anche in riferimento alla situazione sulle direttrici stradali limitrofe e al fine di considerare ulteriori possibili azioni di miglioramento; in relazione all’accesso al viadotto da via del Lavoro e da via Canturina, se intende procedere all’istallazione di portali agli ingressi della struttura, e in caso negativo, quali ragioni ostino a questa soluzione, ovvero a una diversa collocazione delle barriere jersey già presenti, come avvenuto per l’ingresso da via Oltrecolle, e quali tempi sono previsti per la realizzazione delle azioni necessarie; se per il transito su via Donatori di Sangue ritiene di adottare l’istituzione di un senso unico oppure se sta valutando provvedimenti alternativi che evitino il totale indirizzamento dei flussi di traffico dal termine di via Oltrecolle verso via Muggiò, ad esempio tramite impianti semaforici ‘intelligenti’; quali richieste e indicazioni sono emerse dal confronto avviato con le organizzazioni trasportistiche; se e quando intende organizzare un’assemblea tematica per offrire informazioni alla cittadinanza dei quartieri direttamente interessati dalle ricadute delle deviazioni del traffico in atto e in previsione e per raccogliere segnalazioni e proposte; come intende garantire la sicurezza sugli assi stradali interessati da maggiori flussi di veicoli pesanti a seguito delle modifiche viabilistiche già poste in essere, come nel caso di via Sportivi Comaschi”.

Pubblicato in Mobilità, Notizie da Como, Territorio | Taggato , , , , , , , , | Lascia un commento

Tanti auguri, Partito democratico!

dieci anni di pd

 

 

 

Era una domenica, quel 14 ottobre del 2007. In quanti se la ricordano? Fu il giorno in cui Ds e Margherita, spesso già in coalizione, anche se sotto un altro nome, come in Regione Lombardia, divennero un unico partito. Fu il giorno in cui iniziò la nostra lunga avventura, non priva di ostacoli come tutte le avventure. Ma per noi che ci crediamo fu anche un momento storico come pochi. Da allora, insieme, siamo il Partito democratico.
Tanti auguri Pd e tanti auguri a tutti noi!

Pubblicato in Blog Dem | Lascia un commento

Mercoledì 18 ottobre, alle 21, Ca’ Prina, Erba, si parla di referendum inutile

volantino erbaMercoledì 18 ottobre 2017, alle 21, in Sala Isacchi, a Ca’ Prina, a Erba, si terrà un incontro, organizzato dal Circolo Pd, sul tema “Il referendum inutile”.
L’introduzione alla serata, che intende informare e far comprendere i contenuti della ormai prossima consultazione, sarà curata da Angelo Orsenigo, segretario provinciale del Pd. Interviene Luca Gaffuri, consigliere regionale del Pd.

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

Barriere architettoniche, Braga: “Approvata alla Camera la legge di abbattimento, di cui sono relatrice”

barriere architettoniche“È stato fatto un passo importante dalla Camera: abbiamo approvato in prima lettura una legge di cui sono stata relatrice, che si propone di coordinare e rendere più efficace la normativa per il superamento delle barriere architettoniche. Una legge che raccoglie il lavoro fatto anche nelle precedenti legislature e che, questa volta, ha la concreta possibilità di arrivare in fondo”. Lo dichiara la deputata comasca Chiara Braga dopo il voto unanime dell’Aula che ha dato il via libera alla proposta di legge in materia di abbattimento delle barriere architettoniche, di cui la stessa Braga è stata relatrice.
“Con questa legge intendiamo superare la frammentazione delle disposizioni già vigenti sull’accessibilità degli edifici privati e degli spazi pubblici, aggiornandole e tenendo conto delle innovazioni tecnologiche e assumendo fin dall’inizio i principi della progettazione universale stabiliti dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità – spiega la parlamentare dem –. La Commissione ministeriale che si andrà a costituire avrà anche il compito di monitorare l’attuazione da parte dei Comuni dei Piani per il superamento delle barriere architettoniche”.
Secondo i dati Istat in Italia ci sono più di 3 milioni di persone diversamente abili e per una serie di ragioni – dall’aumento dell’età media della popolazione alle mamme che si muovono con i passeggini – un numero sempre maggiore di persone, anche solo temporaneamente, deve fare i conti nell’arco della propria vita con le difficoltà di muoversi e di usufruire pienamente degli spazi. In Lombardia, sempre secondo l’Istat, la cifra dei disabili permanenti riguarda più di 400mila persone.
“Il tema dell’accessibilità delle nostre città, degli spazi pubblici e privati, attiene quindi alla qualità della vita di tutta la comunità – prosegue Braga –. Case, scuole, luoghi di lavoro, spazi pubblici e di socialità universalmente accessibili sono uno dei presupposti per l’effettivo esercizio del diritto di cittadinanza di ogni individuo. Anche a Como, città dalla vocazione turistica, il problema è presente e particolarmente sentito da tutte quelle persone, residenti e non, che hanno difficoltà motorie e vorrebbero accedere liberamente alla città. Lo evidenziava bene lo scorso maggio un servizio televisivo dove gradini, parcheggi impropri, marciapiedi stretti o con ‘trappole’, rampe ripide, buche e pavè sconnessi, accessi a negozi impraticabili, rappresentano degli ostacoli invalicabili che impediscono a tutti di usufruire degli spazi comuni. Questa legge affonda le sue radici nei principi fondamentali della nostra Costituzione. Per questo sono orgogliosa di aver insistito da relatrice, insieme alla collega Vittoria D’Incecco che ne è la proponente, per superare gli ostacoli burocratici che finora ne avevano bloccato l’iter”.
Braga conclude: “Ora siamo a un passo dalla sua approvazione definitiva. È importante che tutti facciano la propria parte affinché il segnale positivo dato dalla Camera con il voto unanime possa tradursi nell’impegno delle forze politiche a promuovere al Senato l’approvazione definitiva di questa importante legge in quest’ultima parte di legislatura. Il sostegno di associazioni, organizzazioni, gruppi di cittadini interessati dal problema può contribuire al raggiungimento di questo atteso risultato”.

Pubblicato in Mobilità, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Suolo, Braga: “Ottimo risultato coalizione salva suolo. Spinta positiva per approvazione legge”

Consumo di suolo“Le migliaia di firme raccolte in Italia dalla campagna europea promossa da “People4Soil” – che ho anche io sottoscritto – consegnate stamane al Presidente del Senato Piero Grasso sono un fatto importante e molto positivo. Il risultato italiano dimostra come su questo tema ci sia sensibilità e consapevolezza dei cittadini, oltre che delle associazioni e di autorevoli istituti di ricerca”, lo dice l’on. Chiara Braga, deputata Pd e relatrice per la Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici di Montecitorio del provvedimento contro il consumo di suolo che è in discussione dal maggio 2016 al Senato.
“I dati nazionali sul suolo consumato sono allarmanti per un Paese fragile dal punto di vista idrogeologico e ad alto rischio sismico come il nostro. La legge contro il consumo di suolo approvata più di anno fa dalla Camera rappresenta un impegno del Partito democratico verso un uso della risorsa suolo più responsabile, a tutela della sicurezza dei cittadini e dell’equilibrio del territorio della Penisola. Anche nella Strategia per lo Sviluppo sostenibile l’obiettivo del contenimento del consumo di suolo risulta essere una delle grandi sfide dell’agenda dell’Onu. Un obiettivo che può essere perseguito approvando la legge contro il consumo di suolo prima della fine della XVII legislatura”, conclude Chiara Braga.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Fattore Acqua: alla Camera, mercoledì 11 ottobre, un convegno per fare il punto

acquaL’acqua sta diventando nel Terzo Millennio una risorsa sempre più strategica e preziosa. Oggi ancora troppe persone nel mondo, circa un miliardo, secondo gli ultimi dati delle Nazioni Unite, vivono senz’acqua potabile. L’aumento considerevole della domanda di acqua in tutti i settori di maggior consumo – agricoltura, produzione di energia, industria e uso quotidiano – unito alle pressioni esercitate dai mutamenti climatici, rischiano di ridurne ulteriormente la disponibilità in molte zone del mondo.
Per questo mercoledì 11 ottobre 2017, alle 15, in sala Aldo Moro, alla Camera dei Deputati, si terrà un convegno dal titolo “Fattore acqua, igiene, ambiente, etica, economia”, di cui sarà relatrice anche l’on. Chiara Braga, deputata del Pd.
“Ricordo che tra i 17 obiettivi contenuti nell’Agenda globale per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni unite, come recepiti nella Strategia nazionale per lo sviluppo sostenibile approvata di recente dal Governo italiano, c’è anche quello di garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie”, fa presente la deputata comasca.

Pubblicato in Ambiente e agricoltura, Idee e politica, Notizie dal Parlamento, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

“L’altro volto della speranza”, venerdì 13 ottobre, alle 21, Spazio Gloria, Como

171013 Fondazione AvvenireVenerdì 13 ottobre 2017, alle 21, allo Spazio Gloria di via Varesina 72 a Como, sarà proiettato, in anteprima, il film “L’altro volto della speranza” del regista Aki Kaurismaki. Organizzato dalla Fondazione Avvenire di Como, l’evento lariano rientra nell’ambito della rassegna “La notte rossa”, una tre giorni (13, 14 e 15 ottobre) che coinvolge le Fondazioni democratiche di tutta Italia proponendo, nei diversi territori, iniziative politiche e culturali aventi come filo conduttore il tema “Popoli e diritti”. Al termine della proiezione seguirà un momento di riflessione con Raffaele Masto, giornalista di Radio Popolare, e Gianfranco Giudice, docente del liceo Paolo Giovio di Como.

Pubblicato in Blog Dem, Eventi | Lascia un commento

Mine antiuomo, Guerra: “La Camera approva la legge che contrasta il finanziamento delle imprese produttrici”

mine antiuomo“Alla Camera abbiamo approvato, definitivamente e all’unanimità, la proposta di legge che contiene misure per contrastare il finanziamento delle imprese produttrici di mine antipersona, di munizioni e submunizioni a grappolo”, lo annuncia l’on. Mauro Guerra, parlamentare del Pd.
“Il provvedimento si inserisce nell’ambito di una serie di convenzioni internazionali, in particolare: la Convenzione di Ottawa, firmata da 127 Paesi nel dicembre 1997 e ratificata dall’Italia con la legge del n.106 del 1999 e la Convenzione di Oslo sulle munizioni a grappolo, o cluster munition, adottata a Dublino il 30 maggio 2008, e ratificata dall’Italia con la legge n.95 del 2011”.
Guerra conclude: “Il nostro Paese partecipa attivamente all’applicazione di queste Convenzioni e, tra l’altro, ha istituito il Fondo per lo sminamento umanitario in modo da realizzare programmi integrati relativi allo sminamento”.

Pubblicato in Idee e politica, Notizie dal Parlamento | Taggato , , , | Lascia un commento