Archivi categoria: Idee e politica

Riforma sanità e cronicità, serve un tavolo di coordinamento

Durante il dibattito sull’assestamento di Bilancio 2017/2019 in Consiglio regionale, si è parlato anche del nuovo modello di presa in carico dei pazienti cronici in fase di avvio in Regione Lombardia per iniziativa dell’assessore al Welfare, Giulio Gallera, che prevede la creazione di Enti gestori della cronicità.

Secondo Carlo Borghetti, del Pd, il nuovo modello, così com’è, è destinato a non funzionare, e il primo errore è stato quello di non aver coinvolto i vari attori del sistema socio-sanitario regionale (e tanto meno la Commissione Sanità). E infatti ad oggi, a due giorni dalla scadenza (31 luglio), meno di un quarto dei medici di famiglia ha aderito.

“Rincorrere ora i medici di famiglia e gli operatori della sanità pubblica e privata a colpi di modifica delle delibere assunte in solitudine dalla Giunta, non è certo il metodo migliore per creare la necessaria alleanza tra tutti gli attori del sistema, necessaria per raggiungere una vera presa in carico dei pazienti cronici.Fermate il treno – dice Borghetti alla giunta regionale -, altrimenti il nuovo modello creerà nuovi problemi e avremo pazienti di serie A e di serie B, tra pazienti presi in carico dai nuovi Enti gestori e pazienti che resteranno in carico ai loro medici di famiglia, aggravando il problema delle lunghe liste d’attesa”.

Il consigliere ha chiesto all’assessore di creare un tavolo di coordinamentoche dia il giusto ruolo ai medici di famiglia, che “non vanno né esclusi né cooptati, ma al contrario supportati nella collaborazione con i medici specialisti”, come previsto dalla normativa nazionale, agevolando le loro aggregazioni, “come anche la Liguria, governata dallo stesso colore politico, sta facendo proprio in questi giorni” e come già fatto con successo da altre regioni da tempo.

“Bisogna inoltre ripartire da una analisi epidemiologica dei bisogni in Lombardia, analisi mai fatta neanche in occasione della riforma – aggiunge il consigliere -. Abbiamo perso due anni e ora si avvia un sistema che tiene conto solo della fotografia dei bisogni data dalle banche dati regionali che contengono tutte quelle prestazioni inappropriate che sono proprio quelle che si vorrebbe invece ridurre. Correggere il tiro, quando è necessario, non è segno di debolezza ma, al contrario, di forza”, conclude Borghetti.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Lascia un commento

L’Agenzia Promozione SSR parte proprio male…

L’AGENZIA DI PROMOZIONE DELLA SANITÀ PARTE MALE

“L’agenzia di promozione della sanità lombarda rischia di partire molto male. Una funzione come quella ha bisogno di personale qualificato ma non strapagato, mentre il timore fondato è che la poltrona di direttore sia già riservata a qualche ex direttore generale bocciato al quizzone e in cerca di uno stipendio uguale al precedente. Invece occorrerebbero competenze in termini di promozione del nostro sistema sanitario, conoscenza delle lingue e soprattutto una retribuzione legata alle performance ottenute. Al momento non è così”.
Lo dichiara il capodelegazione del Pd in commissione sanità della Regione Lombardia Carlo Borghetti in merito alla mancata approvazione, oggi in commissione, delle linee di indirizzo sull’organizzazione e funzionamento dell’Agenzia per la promozione del sistema sociosanitario regionale.

Milano, 13 gennaio 2016

Pubblicato in Idee e politica | Lascia un commento

Ticket: finalmente si esentano i redditi bassi, ma senza progressività non i aiutano le famiglie

TICKET: FINALMENTE SI ESENTANO I REDDITI BASSI, MA SENZA PROGRESSIVITÀ NON SI AIUTANO LE FAMIGLIE.

“Finalmente la giunta Maroni accoglie il principio dell’esenzione per i cittadini meno abbienti dal superticket, che noi sosteniamo da anni. Attenzione, però: la soglia di diciottomila euro è troppo bassa e soprattutto il reddito deve essere calcolato tenendo conto della situazione familiare. Il ticket, inoltre, deve essere applicato progressivamente per reddito, altrimenti il ceto medio, impoverito dalla crisi, non avrà alcun beneficio da questa manovra. Dopo il flop dell’operazione ticket zero, comunque, occorre mettere ancora una volta in guardia i lombardi: vedremo come applicheranno il taglio, che comunque non sarà mai per 1,5 milioni di cittadini, figuriamoci per 2,5 milioni. Lo diciamo a futura memoria”.
Così il Pd commenta l’annuncio da parte dell’assessore Garavaglia dell’approvazione dell’assestamento di bilancio regionale e, in esso, della manovra di esenzione dei superticket su visite ed esami per i cittadini con redditi inferiori a 18mila euro.

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Lascia un commento

Lavoro badanti, approvata la legge: è la fine del far west

Tutti i dettagli della prima legge della Regione Lombardia sulle badanti approvata martedì 19 maggio in Consiglio regionale.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato | Lascia un commento

Quel presepe andava fatto, ma non sia una foglia di fico

QUEL PRESEPE ANDAVA FATTO, MA NON SIA UNA FOGLIA DI FICO. Amo il presepe. E non riesco a immaginarmi un Natale senza il presepe. Lo faccio ogni anno a casa. Ma l’uso del presepe per sostenere le proprie teorie sull’identità o sui valori cristiani, qualunque teorie siano, lo considero un uso inopportuno o -peggio ancora- strumentale. È quello che ho sostenuto oggi nel mio intervento in Aula consiliare in Regione per spiegare perché non avremmo partecipato al voto di una mozione della Lista Maroni che chiedeva di indagare perché in una scuola bergamasca non fosse stata consentita l’installazione di un presepe in classe: il fatto su cui tanto can-can ha fatto Salvini. Ma era in discussione la difesa della identità nostrana o dei valori cristiani? No. In Consiglio ho chiesto: è più cristiano appendere crocifissi nelle aule del Pirellone e delle scuole o fare politiche di contrasto alla povertà, o politiche di sostegno a chi fa più fatica, o politiche di accoglienza? Gesù era a suo modo un profugo. Molti canti natalizi che risuoneranno nelle nostre chiese nelle prossime settimane parlano di persone, luoghi, usi e costumi che non sono certo quelli della nostra tradizione, ma di tradizioni lontane, nel tempo e nella geografia. Quel presepe andava fatto in quella scuola. Ma non facciamone la foglia di fico che nasconde le tante contraddizioni di chi lo difende solo per mettersi una medaglietta al petto.

Pubblicato in Cultura e sport, Idee e politica, Scuola | Lascia un commento

PER IL DOPO EXPO GARANTIRE L’INTERESSE PUBBLICO. OSPEDALE DEL BAMBINO? PARLIAMONE

PER IL DOPO EXPO GARANTIRE L’INTERESSE PUBBLICO. OSPEDALE DEL BAMBINO? PARLIAMONE.  Approvato l’ordine del giorno Pd che invita la Giunta regionale a rendicontare lo stato di attuazione delle opere infrastrutturali alle commissioni consiliari, definire la presenza di Regione Lombardia all’interno di Expo in correlazione alle risorse in bilancio e accelerare sul dopo Expo, valutando il ruolo di Arexpo per la valorizzazione dell’area.  ”Il bando per il dopo Expo è andato deserto – ha detto il consigliere Pd Carlo Borghetti – è fondamentale ora che sia garantita una funzione di pubblica utilità per il riuso dell’area su cui si svolgerà l’Esposizione Universale. Nei mesi scorsi si era parlato di stadio del Milan: mi sembrava una soluzione al ribasso. Più interessante l’ipotesi della nuova sede RAI di Milano. Ma ora la preoccupazione sta nel fatto che non siano arrivate proposte effettive. E questo nonostante il bando contenesse dei criteri positivi, che garantiscono funzioni di pubblica utilità, oltre a una vasta area verde.  “Ora, piuttosto che abbassare il livello delle funzioni di interesse pubblico, è  necessario che sia la stessa Arexpo a garantirle, anche essendo la società stessa ad attuare l’intervento – continua Borghetti – Se l’area dovesse poi essere riutilizzata attraverso interventi plurimi fatti da soggetti diversi, è fondamentale che Arexpo si faccia comunque garante di un intervento unitario”. Conclude infine Borghetti: “L’ipotesi di costruire sulle aree Expo l’Ospedale per il Bambino, come propone l’assessore alla Sanità Mantovani, è certamente interessante: va però chiarito come si inserisce eventualmente nel resto degli interventi, perché stiamo parlando di un’area di un milione di metri quadri, e va definito il disegno complessivo”.  Milano, 25 novembre 2014

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Lascia un commento

È necessario e urgente fare di più per abbattere le barriere architettoniche. Anche in vista di Expo 2015

Borghetti disabilitàOggi, venerdì 27 Giugno, ho promosso e partecipato, con la collega Daniela Maroni, della Lista Maroni, e con gli altri consiglieri dell’Intergruppo “Vita, Famiglia ed Economia Sociale”, un’iniziativa  denominata “Nei panni delle persone con disabilità”.
Insieme anche ai Presidenti delle associazioni che rappresentano le disabilità fisiche -per la Ledha Franco Bomprezzi, e per Fand Nicola Stilla, al Presidente del Consiglio Regionale Raffaele Cattaneo e all’Assessore Mario Melazzini, nella conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa ho sottolineato la necessità che la politica affronti in maniera più incisiva e interdisciplinare la questione dell’abbattimento delle barriere architettoniche, anche e sopratutto in vista di Expo 2015.
L’Esposizione Internazionale è infatti un’ importante occasione per fare leva su temi come questi. E’ quindi necessario un cambio di mentalità: una nuova cultura per cui le opere devono già nascere totalmente accessibili ai disabili, e non essere adattate in seguito, tenendo conto anche delle disabilità sensoriali dei non vedenti e non udenti.
Sul tema della disabilità, nello scorso novembre sono stato presentatore della mozione “Expo accessibile a tutti”, approvata da tutti i gruppi in Consiglio regionale con la sola astensionedel Movimento 5 Stelle.
Il documento ha già portato alcuni frutti, tra cui il rinnovo da parte dell’Assessorato alla Famiglia della gestione dello Sportello Disabilità regionale e un nuovo stanziamento specifico di 200 mila euro per la creazione di reti informative per facilitare la fruizione ai disabili delle strutture e delle infrastrutture legate a Expo 2015, che rimarranno attive anche in seguito (azioni individuate anche dal Piano di Azione regionale decennale preparato nel 2010 da Melazzini).
Nonostante quanto già approvato, resta però ancora moltissimo da fare in tutta le regione, oltre che a Milano. No solo occorre attrezzare meglio il trasporto pubblico e le stazioni, ma occorre anche migliorare le apposite segnaletiche: in questo, le Amministrazioni coinvolte vanno da quelle comunali a quelle regionali a quelle -tutte- dei servizi pubblici.
La disabilità è una questione che riguarda il nostro mondo, cioè tutti noi,  che non va affrontata con provvedimenti sporadici, bensì con politiche coordinate, basate sul principio dell’interdisciplinarietà, su cui tutte le forze politiche devono collaborare senza distinzione di colore e orientamento.
L’evento sulla disabilità si è concluso con una simulazione da parte dei Consiglieri, che si sono spostati dal Pirellone alla Stazione Centrale su carrozzina o bendati e con bastoni.
È davvero diverso fare l’esperienza delle barriere dal semplice parlarne: tocca alla politica iniziare a fare davvero di più.
Pubblicato in Idee e politica, Mobilità, Sanità e welfare | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Auguro agli Ucraini un Natale di pace e speranza

Borghetti Ucraina in Europa

Carlo Borghetti, Consigliere Regionale del PD della Lombardia, martedì, 7 Gennaio, ha rivolto un’augurio di Pace e libertà agli ucraini in occasione del Natale Ortodosso

Borghetti ha invitato i manifestanti che sostengono l’integrazione dell’Ucraina in Europa a continuare a credere nella forza della democrazia: un valore che deve permettere a tutte le persone della terra di essere libere e padrone del proprio destino.

“L’Ucraina è un Paese europeo per storia, cultura e tradizioni che deve al più presto entrare a far parte della grande famiglia politica europea -ha dichiarato Borghetti- auguro a tutti gli ucraini, sopratutto a quelli residenti in Lombardia e a coloro che manifestano sotto temperature polari per l’integrazione in Europa, un Natale Ortodosso di Pace e speranza”.

Per info: lademocraziaarancione@gmail.com / 3493620416

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , | Lascia un commento

Pieno sostegno alle scuole parificate ma anche ai conservatori

Carlo Borghetti, consigliere regionale del Pd, ha sostenuto in Aula oggi una mozione finalizzata alla richiesta di contributi regionali a sostegno degli Istituti superiori di studi musicali pareggiati ai Conservatori di musica statali presenti in Lombardia.

”È assolutamente necessario sostenere questi istituti pareggiati anche con il completamento della statalizzazione –ha detto in Consiglio Borghetti–. Non dimentichiamo inoltre il sostegno ai Conservatori stessi, perché le difficoltà economiche in cui ormai versano queste antiche istituzioni ricadono sulle rette che devono pagare gli studenti, quindi le famiglie, e sul trattamento economico degli insegnanti che, seppure inquadrati nel sistema di istruzione universitaria, godono di un trattamento insufficiente per l’importanza del loro lavoro”.

Borghetti ha ricordato che sia gli istituti musicali che i Conservatori “fanno riferimento a tradizioni locali e musicali importanti e rappresentano un vero e proprio patrimonio culturale dei nostri territori e del Paese, invidiatoci nel mondo. Numerosi sono infatti i giovani che vengono a studiare musica in Italia da ogni dove”.

Il consigliere Pd ha poi annunciato che sta preparando un “progetto di legge regionale, da costruire insieme al mondo musicale, a promozione e sostegno della buona musica in Lombardia”.

Milano, 4 dicembre 2013

Pubblicato in Idee e politica, Scuola | Taggato , , , | 1 commento

Presto cabina di regia per Expo accessibile alle persone con disabilità. Consiglio regionale approva mozione

È stata approvata oggi, 12 novembre, in Consiglio regionale, una mozione del Consigliere Pd Carlo Borghetti che invita la Giunta regionale, in preparazione di Expo 2015, ad attivarsi per migliorare la fruibilità e la promozione del territorio anche per la persone con disabilità. In particolare l’impulso della mozione va all’attivazione di una vera e propria cabina di regia, in collegamento con gli enti e le istituzioni che lavorano all’organizzazione dell’evento, che possa coordinare i vari interventi (da quelli sulla ricettività alberghiera a quelli sui mezzi di trasporto) nell’ottica delle specifiche esigenze delle persone con disabilità fisica, sensoriale e relazionale e alla progettazione di un sistema integrato capace di valorizzare le realtà accessibili. “L’idea è quella di creare un’offerta turistica, infrastrutturale e culturale strutturata in grado di rispondere alle richieste delle persone con disabilità. Per questo siamo soddisfatti dell’approvazione che l’Aula oggi ha dato a questa mozione. Ora si attivi presto la cabina di regia anche con la collaborazione delle associazioni del settore” ha dichiarato Carlo Borghetti.

Milano, 12 novembre 2013

Pubblicato in Idee e politica, Sanità e welfare | Taggato , , , | Lascia un commento