Archivi del mese: febbraio 2017

Finalmente un nuovo Piano Sangue per la Lombardia

Il Consiglio regionale ha votato il 21 febbraio all’unanimità la mia proposta a Maroni: scaduto già da 8 anni, il nuovo Piano Sangue della Lombardia dovrà ora finalmente essere rifatto, entro 3 mesi, d’intesa con le associazioni e tutte le realtà istituzionali e scientifiche interessate. Il Piano ancora in vigore doveva coprire gli anni dal 2005 al 2009, è oramai datato e non più in sintonia con la totale trasformazione che negli anni è stata attuata in materia. Non si perda altro tempo!

Pubblicato in Sanità e welfare | Lascia un commento

CASE DI RIPOSO: PIÙ SOSTEGNO A OSPITI E FAMIGLIE

Assistenza agli anziani in Casa di Riposo
Borghetti (PD): “Abbiamo ottenuto l’impegno della Regione a sostenere le famiglie e gli ospiti delle Case di Riposo”.

“L’ordine del giorno che ho presentato il 14 febbraio in Aula, in Consiglio regionale, relativamente all’assistenza degli anziani nelle Case di Riposo, è stato votato all’unanimità da tutti i gruppi consiliari. Per l’assistenza agli anziani lombardi, questo provvedimento è per noi più importante della legge approvata in Aula sulla videosorveglianza nelle RSA: l’ordine del giorno impegna infatti la Giunta Maroni a mettere in atto iniziative di contenimento del costo delle rette, a rivedere il sistema di contribuzione delle case di riposo tenendo conto meglio e di più del carico assistenziale sanitario, ad alleggerire la parte burocratica dell’assistenza in favore della qualità assistenziale, a rendere stabile l’iniziativa “RSA Aperte” che la Regione si riserva ogni anno di prorogare con grande incertezza per le famiglie e i gestori. Attendiamo ora che Maroni è gli assessori competenti agiscano presto e bene di conseguenza”.

Pubblicato in Sanità e welfare | Lascia un commento

Tavolo salute mentale entro febbraio: vigileremo

Un’interrogazione a risposta immediata per chiedere l’avviamento del Tavolo per la salute mentale, la cui istituzione era prevista già da 7 mesi, in base alla legge 15 del 2016, ma è rimasta sinora sulla carta. L’ha presentata oggi il consigliere Pd Carlo Borghetti.
Il Tavolo prevede la partecipazione di soggetti istituzionali, operatori, terzo settore, società scientifiche, associazioni di pazienti e di parenti, enti di ricerca, organizzazioni sindacali.

“L’assessore alla Sanità e Welfare mi ha risposto che entro fine febbraio il Tavolo verrà convocato e inizierà i suoi lavori come previsto. Speriamo.
Ce n’è bisogno per programmare al meglio i servizi per il disagio psichico e per aiutare di più operatori e utenti che hanno un disperato bisogno di essere sostenuti –ha commentato il consigliere PD– Il Tavolo della salute mentale è stato infatti fortemente voluto sia dagli operatori che dai pazienti, attraverso le associazioni e la Campagna Salute Mentale, ed è uno strumento nel quale noi come PD abbiamo sempre creduto: il disagio psichico è in aumento e una spinta in questo campo è davvero fondamentale. Un ulteriore rallentamento non sarebbe accettabile. Inoltre va bene che il Tavolo lavori in maniera sinergica con l’istituendo Osservatorio di cui alla legge 23/2015 e venga in qualche modo lì incardinato, come ha spiegato Gallera, ma è altrettanto importante che esso mantenga la sua autonomia, come previsto dalla legge stessa”.

Milano, 7 febbraio 2017

Pubblicato in Sanità e welfare | Lascia un commento