Archivi tag: welfare

10 questioni di policy strategica: una piattaforma politica per sanità e welfare in lombardia

Giovedì 19 maggio alle 19:00 presso il Laba di via privata De Vitalis 1, a Brescia il PD bresciano parlerà delle prospettive per la sanità in Lombardia. Saranno presenti l’On. Guido Galperti, i consiglieri regionali Gianni Girelli, Sara Valmaggi e  Luca Gaffuri e numerosi altri rappresentanti politici bresciani.

20160519_brescia

Pubblicato in Sanità e Welfare | Taggato , , | Lascia un commento

Lavoro: il PD parta dalle SUE proposte

Il tema del lavoro e della sua rivalorizzazione deve diventare centrale nella “fase 2” del governo Monti. L’intervista al Corriere della ministra Fornero non l’ha aperta sotto i migliori auspici, anche se nei giorni successivi c’è stata una correzione di rotta. Al solito i vecchi saggi fanno la differenza. Franco Marini, uno dei padri nobili del PD, ha chiarito: “Non so se il governo ha capito che l’art. 18 non ha alcuna influenza sull’occupazione e l’arrivo degli investimenti esteri in Italia. Forse quando aprirà il tavolo di confronto con le forze sociali se ne renderà conto”.
Concordiamo financo nelle virgole. L’art. 18 è una norma di civiltà e, tra l’altro, non ha mai costituito, nel lungo periodo dalla sua introduzione, una barriera alla crescita dell’occupazione. Parlano i dati ISTAT, ministeriali e sindacali.
Partire o finire dall’art. 18 vuol dire approcciarsi al tema con occhiali ideologici. Dissentiamo da Veltroni che su Repubblica dice che “l’art. 18 deve semmai arrivare alla fine del percorso”. Non capiamo perché le posizioni dei sedicenti veri riformisti finiscano col subire spesso le posizioni di chi per riforme intende una qualche riduzione di diritti, scambiati per privilegi, corporativismi, ecc.
E quando dovrebbe essere ormai chiaro che ha fatto fallimento anche quell’altro approccio ideologico: la flessibilità e la precarizzazione quali vie dell’incremento dell’occupazione e dell’accesso alla buona occupazione. Anche qui, oltre alla gravità della crisi in corso, parlano ancora più chiaro i dati, in particolare quelli italiani.
Negli anni pre-crisi il rapporto tra il tasso di disoccupazione dei giovani e quello degli adulti è costantemente aumentato, per un verso, e per l’altro è diminuita la possibilità di passaggio da un contratto precario ad uno a tempo indeterminato. Un vero cortocircuito.
Allora il focus di una politica per il lavoro non può che essere una strategia di attacco alla precarietà, una riforma degli Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro, Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento