Archivi tag: primarie

Risultati primarie parlamentari a Brescia e provincia

A Brescia e provincia hanno votato 14591 elettori!
Miriam Cominelli 6413
Paolo Corsini 4615
Alfredo Bazoli 4218
Marina Berlinghieri 3967
Giovanna Benini 3147
Alberto Tosa 3080
Guido Galperti 2059

Brescia e provincia risultati per seggio primarie parlamentari

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , | Lascia un commento

Primarie regionali: i seggi nel bresciano

Per le primarie regionali, si vota dalle ore 8.00 alle ore 20.00 di sabato 15 dicembre 2012 nel proprio seggio di appartenenza.

Primarie regionali_Seggi a Brescia

Chi non potesse raggiungere il proprio seggio potrà chiedere ai coordinamenti provinciali di votare fuori sede entro le ore 20 di giovedì 13 dicembre.
La partecipazione alle Primarie del Patto Civico è aperta a tutte le cittadine e i cittadini italiani residenti in Lombardia, in possesso dei requisiti previsti dalla legge; alle cittadine e ai cittadini dell’Unione Europea residenti in Lombardia; alle cittadine e ai cittadini di altri Paesi, residenti in Lombardia e in possesso di regolare permesso di soggiorno e carta d’identità; ai giovani residenti in Lombardia che abbiano compiuto i 16 anni entro il 15 dicembre 2012.
Gli elettori dovranno versare un contributo alle spese organizzative di almeno 1 euro e fornire i propri dati anagrafici.
Non è possibile il voto all’estero e fuori da regione Lombardia.

Pubblicato in Blog Dem, Idee e politica | Taggato , , , | 1 commento

Lettera aperta del segretario provinciale Pietro Bisinella sulle primarie del PD

Devo confessare che ho vissuto con una certa apprensione la vigilia dell’assemblea nazionale del PD di sabato scorso. Apprensione data da alcuni precedenti episodi di incomprensione e scontro tra le diverse anime del partito e dai toni accesi che le varie tifoserie avevano messo in campo nelle precedenti settimane.
Ho invece con grande gioia ritrovato tutte le motivazioni che mi hanno da sempre spinto a credere in questo nostro grande progetto politico. Un partito di uomini e donne coraggiosi e ricchi di idee, che scelgono, votano e decidono di confrontarsi per crescere.
Scelgono di navigare in mare aperto per capire con il contributo di tutti quale sia la rotta migliore da intraprendere, invece di rinchiudersi in facili riserve identitarie che pur rappresentando gloriosi passati non aiutano e non rendono onore allo sforzo collettivo che stiamo compiendo per costruire un partito nuovo.
Un partito che sappia interpretare il mondo nuovo che abbiamo davanti, un partito che sappia ridare speranza e vigore all’Italia, con un occhio di particolare attenzione per i giovani, per i più deboli senza dimenticare chi fa impresa e rischia di suo e chi il lavoro non ce l’ha.
Sono ormai quasi tre anni che ho l’onore e l’onere di dirigere il Partito Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Bisinella: il modello Desenzano va applicato anche a Brescia

L’aveva detto a maggio commentando l’elezione di Rosa Leso a sindaco di Desenzano. «Il Pd vince quando ha il coraggio di proporre idee in grado di aggregare e unire intorno ad un progetto condiviso e partecipato dai cittadini, che vada oltre il partito e si ponga al servizio delle comunità». Pietro Bisinella, segretario provinciale del Partito democratico, lo ripete ora guardando a palazzo Loggia.
Brescia come Desenzano?
«Il modello è quello. Sento una città scontenta che si sta allontanando dalla giunta Paroli, ma che fa fatica a individuare un successore. Tocca a noi proporre un progetto largo per cui il Pd sceglie di essere il perno di una grande alleanza alternativa alla giunta Paroli-Rolfi».
Con che alleati?
«Si riparte dal tavolo del centrosinistra, con Sel. Penso che il discorso vada allargato all’Udc, senza dubbio un ragionamento franco ci deve essere con Marco Fenaroli».
L’Idv?
«Di Pietro si è messo lui fuori dal centrosinistra. A Brescia voglio dire a Maurizio Zipponi: l’Idv ha fatto cinque uscite tutte contro il Pd, è una logica personalistica. L’Idv a Brescia esprime un segretario provinciale che stimo molto, Salvatore Palmirani. Non posso dire del parlamentare che sta a Roma e tutti i giorni spara sul Pd, non l’ho mai sentito neppure una volta per telefono».
I tempi?
«Il nodo a settembre va sciolto. È ora di mettersi al lavoro. La giunta Paroli passerà alla storia per non aver fatto nulla e se devo dirla tutta l’unico che il suo ruolo l’ha svolto è Rolfi. Dove sono i moderati, i cattolici democratici? Questa giunta fa sorridere rispetto alla storia amministrativa di Brescia. L’unico che promuove Paroli è l’onorevole Gianni Prandini, forse Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , | Lascia un commento

Nella corsa al Comune il Pd ha scelto Rosa

A 24 ore di distanza dalla presentazione di Renzo Scamperle, candidato di «Desenzano civica», ieri sera lo scrutinio delle primarie del Partito democratico ha offerto anche il nome del secondo «pretendente» per la carica di primo cittadino desenzanese. Si tratta di Rosa Leso, 62 anni, desenzanese, ex dirigente scolastica impegnata nel volontariato con esperienze anche in campo sindacale.
La candidata designata è stata consigliera comunale dal 2007 nella lista civica Pienazza, e nella consultazione interna al Pd ha ottenuto 592 voti sull´unico sfidante che era in corsa, ovvero Fiorenzo Pienazza, 63 anni, anche lui desenzanese e con una esperienza da sindaco (per 5 anni) alle spalle. Oggi in pensione dopo aver insegnato per molti anni nel Liceo «Bagatta», Pienazza ha ricevuto 429 preferenze, con uno scarto di 164 consensi.
Il voto, avvenuto ieri tra le 8 e le 20 nei sei seggi distribuiti nella città gardesana (via Gramsci, palazzo Todeschini, sala civica delle Grezze, Centro sociale di San Martino, ex comune di Rivoltella ed ex scuola elementare di Vaccarolo) ha mobilitato 1.026 persone, un numero che, osserva la stessa Rosa Leso, «è da considerarsi ottimo perchè il maltempo ha tenuto molti lontano dai seggi».
Una quarantina gli iscritti del Pd che si sono alternati durante il lavoro per la consultazione. Ed erano da poco passate le 20.45 di ieri quando Rosa Leso ha ottenuto il sicuro margine di voti per rappresentare, nelle prossime elezioni comunali del 2012, il secondo partito Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica, Territorio | Taggato , , , | Lascia un commento

Pd, il cammino per Loggia 2013 passa dalle primarie di coalizione

Un cammino che guardando a Loggia 2013 intende aprire il confronto con le forze politiche di opposizione e con le realtà civiche, ma che nello stesso tempo punta a valorizzare tutte le anime interne del partito preferendo la via del dialogo a quella delle forzature. È il cammino che – a partire dalla relazione del segretario cittadino Giorgio De Martin - è stato assunto ieri sera dalla lunga assemblea cittadina del Pd riunitasi in via Risorgimento. Sullo sfondo del percorso stanno le primarie di coalizione che, immaginate nel prossimo autunno, dovranno indicare il candidato sindaco di un’alleanza alternativa a Lega e centrodestra.
Nel corso della riunione – chiusa alla stampa – non è mancata la conferma dell’esistenza di differenti valutazioni interne. Alcune di queste hanno riguardato il meccanismo stesso delle primarie: il Pd si presenterà con un candidato unico al confronto con i futuri alleati, oppure è ammissibile l’ipotesi di una rosa di nomi? La strada indicata dal segretario cittadino porta alla individuazione da parte del partito di un nome unitario, che sia però il frutto di un profondo confronto interno e non di forzature destinate ad escludere le componenti interne di minoranza. Il clima complessivo degli interventi ha lasciato aperta la porta del confronto.
La relazione di De Martin ha anzitutto sottolineato il lavoro di opposizione svolto in questi anni dal partito ed ha quindi indicato una maggioranza cittadina che al governo di Palazzo Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Le primarie del Pd a Desenzano

Da tempo se ne parla, ormai lo sanno tutti, ma lunedì mattina è arrivata la conferma per così dire ufficiale con una conferenza stampa. Rosa Leso e Fiorenzo Pienazza sono ufficialmente gli unici due candidati alle primarie del Partito Democratico di Desenzano del Garda in vista delle prossime elezioni amministrative della primavera 2012. Il giorno X è stato fissato per domenica 6 novembre: tutti i cittadini, non solo i simpatizzanti Pd, potranno esprimere la propria preferenza e fare la propria scelta, basta che abbiano già raggiunto il 16mo anno d’età. I due candidati preferiscono smorzare ogni dubbio: “Non c’è nessun problema tra di noi, non ci sono lotte interne, non ci sono lotte intestine. La nostra è una richiesta democratica ai cittadini“.
Si è alzato un po’ di polverone sulla strada delle primarie, gli altri partiti della possibile coalizione di centro sinistra (o lista civica, come si preferisce) lamentano la mancanza di chiarezza da parte del primo partito di opposizione. “Semplicemente non ci sono stati i presupposti per una coalizione – fa sapere Rosa Leso – ma in questo momento il Pd sta offrendo alla città di Desenzano una scelta concreta”. “Nonostante quello che hanno detto gli altri volti del centrosinistra – aggiunge Fiorenzo Pienazza – a noi non ci interessa un patto con i partiti, a noi interessa un patto con i cittadini. Credo sia abbastanza facile capire che con queste primarie si tratta di scegliere delle persone, e non delle ideologie”.
Primarie di partito adesso non significa però che la lista civica o di coalizione sia da escludere a priori: “Abbiamo fatto una scelta diversa, per governare non basta essere in tanti, bisogna Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Desenzano, il Pd annuncia le primarie. I candidati saranno Rosa Leso e l’ex sindaco Pienazza

Il Pd sceglierà il candidato sindaco di Desenzano attraverso le primarie. E ha già due nomi in campo, quelli dell’ex sindaco Fiorenzo Pienazza e di Rosa Leso. Ad annunciarlo – in anteprima a Bsnews.it – è il segretario provinciale del partito Pietro Bisinella. Una notizia che verrà ufficializzata già in serata, dopo le 20.30, quando alla festa gardesana dei democratici interverranno Enrico Letta e il capogruppo in Regione Luca Gaburri. “In vista delle elezioni del prossimo anno”, chiarisce Bisinella, “noi offriamo ai desenzanesi questi due nomi e indichiamo con convinzione la via delle primarie: se poi altre forze politiche vorranno unirsi a noi, condividendo il programma e presentando i loro candidati, saranno bene accette”. Un metodo potrebbe estendersi anche ad altri Comuni chiamati al voto il prossimo anno (Darfo e Rovato i più significativi), “compresi – precisa il segretario – quelli con meno di 15mila abitanti”.
Ma anche per la Loggia il percorso è già definito. “Prima di pensare ai nomi”, chiarisce Bisinella, “dobbiamo definire un progetto serio, senza perderci in chiacchiere inutili. Un primo passo è già stato fatto. A settembre, quindi, apriremo ufficialmente il confronto e al tavolo inviteremo tutti: da Rifondazione fino all’Udc e al Fli. Saranno loro, poi, a dirci se vogliono condividere con noi la strada e i contenuti. Una volta chiarita la coalizione, infine, i cittadini sceglieranno il candidato migliore attraverso le primarie”. Più complicata, invece, la questione delle primarie per il parlamento, invocate da Riccardo Frati in un’intervista a Bsnews.it. “Io sono assolutamente a favore“, chiarisce il segretario, “ma al momento non esistono regole precise al riguardo e comunque credo che la questione verrà risolta presto a livello nazionale, con la conferenza organizzativa già convocata da Bersani. Ma il vero problema”, conclude Bisinella, “è quello della legge elettorale, perché se Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento

Primarie a tutti i livelli e più spazio ai giovani, Frati invoca la “fase due” del Pd

“Per il Pd è arrivato il momento della fase due. Anche sulla Loggia”. A due anni dall’avventura delle primarie – conclusa con un risultato elettorale lusinghiero e la successiva nomina a vicesegretario provinciale – Riccardo Frati torna a far sentire la sua voce. Rilanciando di fatto la sfida che aveva portato, insieme al presidente di Cogeme Gianluca Del Barba, alla “vecchia” classe dirigente del partito. Una “svolta”, quella invocata, che pare coinvolgere direttamente il gruppo Partire da Brescia (www.oltregibilterra.it), forte del significativo lavoro di consolidamento fatto negli ultimi mesi (oggi, tra l’altro, conta quattro coordinatori zonali e tre vice), ma sempre alla ricerca del suo spazio nei delicati equilibri del Pd.
“Una delle nostre battaglie alle Primarie”, spiega Frati, “è stata quella per un partito meno concentrato sulle questioni interne e più sui problemi concreti. I risultati, grazie anche al lavoro del segretario Pietro Bisinella, si sono visti. Ma oggi le indiscrezioni, gli scontri e le fughe in avanti di qualcuno sulla città rischiano di riportare il partito alla fase precedente, facendo venire meno quel clima di unità e serenità che siamo riusciti lentamente a costruire. In vista delle elezioni del 2013 in Loggia”, aggiunge, “è necessario tornare parlare di programmi ed alleanze – che secondo noi devono coinvolgere anche le civiche e le forze vive della società civile – e soltanto poi si può ragionare sui nomi. Oggi del candidato non ce ne frega nulla. E chi dice ‘mi candido’ dovrebbe comunque avere il buon senso di specificare che vuole correre per le Primarie“. E proprio quest’ultima è una delle parole d’ordine su cui il gruppo Frati ha intenzione di battere nei prossimi mesi. Primarie – sottolinea il Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , | Lascia un commento

Bisinella: contano solo le primarie

Il segretario provinciale del Pd, Pietro Bisinella, lancia un messaggio ai naviganti, alle correnti dei democratici bresciani ed agli alleati del Centrosinistra: «Ormai è assodato, le primarie di coalizione saranno l’unico modo per individuare il candidato per la Loggia nel 2013».
Come risponde a chi nelle settimane scorse ha già fatto circolare nomi di eventuali candidati del Centrosinistra per la Loggia?
Per quanto mi riguarda le autocandidature valgono zero, prima del valore delle persone va preso in considerazione il valore collettivo degli elettori che saranno chiamati alle primarie. C’è chi invece pensa di trovarsi davanti ad un caminetto e decidere per il Partito democratico, una cosa che non è più accettabile. Mi sembra anche di essere tornato indietro di alcuni anni, quando c’era chi si sentiva in diritto di parlare a titolo personale per il Pd.
Bocciata, quindi, ogni ipotesi di un candidato nominato dalle segreterie?
Esattamente. Per essere autorevoli non servono cento fotografie e cento passaggi sui giornali locali. Se qualcuno vuole essere autorevole si candidi alle primarie e prenda i voti in quell’occasione. Lo ripeto basta con i personalismi.
Cosa pensa, quindi, della tentazione di alcuni di far valere le logiche di corrente anche nel Pd bresciano?
Io appartengo al Partito democratico, e a chi è tentato da queste logiche dico che non possiamo pensare di continuare a far riferimento agli ex Ds ed agli ex Margherita. Io voglio costruire il partito del futuro, quello dei democrats sul modello di Obama, una grande forza democratica, un partito evoluto nel nuovo contesto occidentale.
In cosa si traduce questo partito nuovo?
L’assemblea programmatica che abbiamo tenuto volutamente alla vigilia delle amministrative rappresenta un punto di partenza. Ci siamo sforzati di declinare a livello locale i grandi temi che il Pd mette al centro dell’agenda politica nazionale: ambiente, welfare, istruzione ed economia. Sarà anche il paradigma lungo cui costruiremo il programma sia per la tornata amministrativa dell’anno prossimo quando si voterà per Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento