Archivi tag: crescita

Corso di formazione storico-politica rivolto ai ” nuovi cittadini…e non solo”

Il Forum Immigrazione provinciale del PD, grazie alle numerose iniziative svolte sia in città che in provincia, ha costruito una rete di rapporti e relazioni significative con associazioni e diverse comunità di immigrati. Nell’ambito dei vari incontri, raccogliendo i bisogni e le istanze emerse, è maturata l’idea di organizzare un corso di formazione storico-politica rivolto ai ” nuovi cittadini…e non solo” che si svolgerà presso la sede del PD Provinciale, Via Risorgimento – Brescia a partire da sabato 27 ottobre dalle ore 15 alle ore 17.
La formazione, le occasioni di crescita culturale, la conoscenza del paese in cui si vive e il confronto di esperienze diverse sono ingredienti fondamentali per costruire comunità coese in società sempre più plurali e per favorire una piena e consapevole partecipazione alla vita politica e sociale.
Essendo una prima esperienza, si è deciso di iniziare con un gruppo formato da 25, max 30 iscritti, motivati alla partecipazione alla vita Continua a leggere

Pubblicato in Cultura e sport, Idee e politica, Territorio | Taggato , , , , , | Lascia un commento

Le orecchie d’asino del cavallo di questo ventennio

L’Esodo berlusconiano dalla prima Repubblica non ha portato alla terra promessa della rivoluzione liberale. Il latte e il miele di biblica memoria sono solo nella mente di Berlusconi e dei suoi cortigiani.
Sul terreno rimangono: un paese che da dieci anni non cresce, anzi declina (siamo al 179° posto su 180 paesi, prima di Haiti); il 47% della ricchezza posseduta dal10% della popolazione;
il 30% di disoccupazione giovanile (un’enormità); milioni di giovani condannati alla precarietà (anche a Brescia il 70% delle nuove assunzioni è a tempo determinato).
Sopra e sotto tutto questo una Nazione che si sta lentamente decomponendo e si sta staccando dai paesi più forti d’Europa.
A fare da contorno un clima da Basso Impero, ben protetto dalle guardie pretoriane della Lega.
Le radici di questo degrado stanno in un’epidemia ventennale di peste antipolitica e nel ciclo trentennale neoliberista che in Italia ha assunto la forma di un intreccio perverso di leaderismo e populismo.
Un intreccio che ha assecondato i vizi atavici del paese.
Ad una nazione con la gobba, la destra ha cucito un vestito su misura. Non ha voluto e non ha potuto fare niente per raddrizzarla perché la sua forza è nel queta non movere. Al fondo il berlusconismo è la continuazione, con altri mezzi, della fase finale della prima repubblica, uno tra i periodi peggiori della nostra storia nazionale.
Il risultato: una politica che non governa e che ha prodotto una questione sociale fuori controllo e una questione lavoro sotto ricatto.
Adesso siamo al finale di partita, nonostante i voti di fiducia a raffica dopo il 14 dicembre.
Il PD deve essere consapevole, e lo è, del crinale su cui si trova l’Italia. E Bersani e il gruppo dirigente hanno dato al PD, superando lo stallo di un partito alla ricerca della propria identità, una proposta politica convincente che ruota attorno a due cardini: Continua a leggere

Pubblicato in Economia e lavoro | Taggato , , , , , , | Lascia un commento