Archivi tag: cittadinanza

“L’ITALIA SONO ANCH’IO”: si conclude la raccolta delle firme e si apre la speranza nella buona politica.

La campagna “L’Italia sono anch’io” si avvia alla sua naturale conclusione. Si chiudono i termini per la raccolta firme (fine febbraio)e ci si avvia al deposito finale.
L’impegno tuttavia prosegue, in un’opera di sensibilizzazione costante sulle due proposte di legge di iniziativa popolare che da un lato assegnano allo ius soli, cioè al diritto di essere cittadini di questo paese partendo dal luogo nel quale si nasce e non dalla discendenza di sangue, un ruolo di primario rilievo e dall’altro puntano al riconoscimento del diritto di voto amministrativo per tutti coloro che risiedono regolarmente in Italia da almeno 5 anni.
Una campagna convintamente sostenuta dal nostro partito ( Bersani è stato tra i primi firmatari) e autorevolmente rinforzata dal nostro Presidente della Repubblica Napolitano che, in numerose dichiarazioni, ha esplicitamente sollecitato il Parlamento a un impegno serio e improrogabile per avviare l’iter legislativo al fine di riconoscere la cittadinanza ai bambini nati in Italia.
Numerose le iniziative legislative, anche bipartisan (Sarubbi-Galan), depositate su temi analoghi in Parlamento, ma la novità e il valore aggiunto di questa campagna sta nel fatto che nasce dalla base, da numerosissime associazioni con un forte coinvolgimento popolare.
Gli obiettivi del Comitato, presieduto a livello nazionale dal sindaco di Reggio Emilia, Graziano Del Rio, sono efficacemente sintetizzati nelle dichiarazioni rilasciate in un’intervista da Filippo Miraglia (ARCI): “L’intenzione – dice Miraglia – è stata quella di far uscire il tema dell’immigrazione dall’angustia dell’ordine pubblico e dalla disputa ideologica, per spostare invece l’attenzione sui problemi di vita quotidiana di un numero ben maggiore di persone, è cioè dei quasi 5 milioni di immigrati che vivono e lavorano in questo Paese. La scelta dell’ARCI e delle altre 19 associazione che compongono il Comitato de L’Italia sono anch’io Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , | Lascia un commento

Forum regionale immigrazione e lavoro (19/02/2011 a Brescia): le parole chiave

Un grande successo il forum del Partito Democratico Regionale su Immigrazione e Lavoro, a Brescia sabato 19 febbraio, con l’on. Livia Turco. Un intenso e bel pomeriggio di buona politica, con interventi di grande livello. Una numerosa platea, un’ampia partecipazione di immigrati, ad affermare il desiderio di essere visibili e di voler partecipare alla vita politica e sociale di questo paese. Voglia di confronto, di discussione politica, voglia di cambiamento. Molti gli interventi di giovani immigrati e di rappresentanti delle comunità straniere.
Alla cultura della discriminazione e della paura, nella sala Capretti dell’auditorium degli Artigianelli sabato pomeriggio, abbiamo opposto modelli di cultura della condivisione, dell’inclusione, dell’incontro, della conoscenza, consapevoli che soltanto con un responsabile governo dell’immigrazione, solo attraverso modelli inclusivi, nel rispetto dei reciproci doveri e diritti per tutti, si potrà costruire una società più giusta e dare speranza al futuro.
Alcune parole chiave per riassumere i punti principali del dibattito:
centralità della persona: non c’è speranza e non c’è futuro, se al centro della nostra azione politica non poniamo la persona, con i suoi bisogni, i suoi sogni, le sue speranze, i suoi doveri e diritti.
lavoro: garanzia di autonomia e dignità per la persona, luogo di integrazione, di socializzazione e di opportunità di crescita per tutti
integrazione: non come omologazione ma come condivisione, in un rapporto di reciprocità tra diritti e doveri
cittadinanza: il PD ribadisce che chi nasce in Italia deve essere italiano
diritto di voto: ai nuovi cittadini regolari, che qui lavorano, vivono pagano le tasse deve essere riconosciuto il diritto di voto Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , , , | 1 commento

Livia Turco: «Cittadinanza ai figli di coppie immigrate»

La prima battaglia che il Pd farà in Parlamento sarà per riconoscere la cittadinanza ai bimbi nati in Italia da coppie immigrate residenti qui da almeno cinque anni, oppure che hanno compiuto il primo ciclo di studi in Italia.
L’annuncio l’ha dato Livia Turco, presidente nazionale del Forum immigrati del Pd, a chiusura del forum regionale coordinato e presieduto da Giovanna Benini e Ornella Bergadano nell’auditorium degli Artigianelli. Un incontro aperto dall’inno di Mameli intonato da un gruppo di ragazzine col velo islamico ed eseguito dall’intera platea con un pizzico di commozione.
CHE L’IMMIGRAZIONE sia un tema-tabù, anche nel Pd, è confermato dalla scelta di spostare l’appuntamento da Milano (dove in primavera si vota per il Comune) a Brescia, e dalla circospezione del segretario regionale Maurizio Martina.
Dall’assemblea è uscita però una linea netta. «L’immigrazione è la vera sfida della nuova unità d’Italia» ha sunteggiato Livia Turco. Che ha aggiunto: «Bisogna portare avanti un’alleanza italiani-immigrati e questa deve essere al centro di una proposta, di un progetto politico». Un progetto non più basato su politiche «speciali» per gli immigrati ma per costruire per tutti una società diversa.
Il riconoscimento della cittadinanza ai figli di immigrati diventa «una battaglia specialissima», una battaglia «per l’unità Continua a leggere

Pubblicato in Idee e politica | Taggato , , , , | Lascia un commento