Corsini: «Sindaco incapace e poco propenso al lavoro»

«Già sapevo che Paroli è caratterizzato da scarsissima propensione al lavoro, si impunta in testardaggini di miglior causa, qui ho la conferma che è un incapace». Non è andato per il sottile l’ex Sindaco Paolo Corsini, chiamato in causa da Emilio Del Bono nella conferenza stampa in cui ha presentato le spese «inutili» della Loggia dal 2008 ad oggi.
Un bilancio netto e negativo che nella valutazione di Corsini si estende non solo al piano politico ma anche a quello personale: «Siamo a tracciare il bilancio dell´operato di un sindaco incapace che ha fatto danni al Comune».
«NELL´ESTATE dell´anno scorso il Comune di Brescia attraverso il Sindaco, l´assessore Arcai e il segretario comunale Andolina, hanno inviato una denuncia alla procura della Corte dei conti in ordine alle spese di rappresentanza del 2007. Un anno e mezzo dopo la procura della Corte ha ritenuto di non agire in alcun modo. Il segretario si è giustificato dicendo che ha dovuto agire per necessità».
E qui arriva la contestazione dell´ex Sindaco: «Quando Del Bono ha avanzato qualche mese dopo una richiesta per conoscere le spese di rappresentanza non ha avuto risposta, io e Ferrari abbiamo fatto una richiesta alla Cancellieri per sapere perchè a oltre un anno di distanza nessuna documentazione è arrivata. Che cosa ha da nascondere la Giunta? Complesso di colpa? Spese illegittime?». E ancora, Corsini chiede imparzialità della pubblica amministrazione: «Perchè Andolina non si fa carico di trasmettere le carte che il sindaco non mostra all´opposizione?».
MA IERI CORSINI era ispirato a togliersi diversi sassolini dalle scarpe ed ha attaccato anche su Matisse, autisti e decreto Salva Brescia. «Su Matisse dico che il Comune ha speso risorse ingenti, non solo per numeri gonfiati, ma per delle mostre flop. Delle mostrine. Goldin non aveva costi inferiori, ma il suo successo era riscontrabile».
Sull´uso dell´autista: «È vero che usavo l´autista, anche perchè ho difficoltà di guida. Anche ora retribuisco una persona. Lo usavo 12 ore su 24 perchè io ho una fortissima attitudine al lavoro che lui non ha. Tanto è vero che rispondo a tanti cittadini che mi chiedono di farli ricevere dal Sindaco, anche personaggi eminenti che non riceve non per mancanza di tempo ma per scarsa propensione al lavoro».
Infine sul Decreto SalvaBrescia: «Fu possibile – ricorda in chiusura Corsini – perchè in Parlamento per responsabilità mia e di Ferrari abbiamo dato il via libera alla possibilità che quel decreto potesse essere votato».

Articolo scritto in Blog Dem, Idee e politica, Territorio e con i tag , , , , , .



Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>