Biotestamento e cannabis terapeutica: il centrodestra arretrato sui diritti

ospedaleLega, Forza Italia e tutte le forze di centrodestra hanno deciso di affossare le due leggi di iniziativa popolare sulla cannabis terapeutica e sul biotestamento.

È accaduto mercoledì mattina in commissione sanità. La maggioranza ha votato il “non passaggio alla discussione degli articoli” che equivale alla proposta di respingere in toto le due proposte. Contrario il Pd con tutte le opposizioni. A gennaio la decisione spetterà all’Aula, ma l’indicazione della maggioranza è chiara.

Questo voto dimostra quanto il centrodestra sia arretrato sul tema dei diritti. Hanno tirato avanti per anni senza discutere né questi due progetti di legge né i nostri, di iniziativa consiliare e ora, arrivati a fine legislatura, vogliono affossarli senza discutere.

Sul biotestamento, grazie al Pd, c’è oggi una legge nazionale e la Lombardia si adeguerà. Sulla cannabis, invece, si sta giocando sulla pelle dei malati a cui vengono negate alcune terapie efficaci solo per una posizione ideologica. Noi insisteremo fino alla fine perché casi come quelli della piccola Sara di Giussano (riportato oggi da Repubblica e prima dal Giornale di Monza) siano risolti, perché la sua famiglia non debba svenarsi per pagare farmaci che dovrebbero essere passati dal sistema sanitario.

Sara Valmaggi, vicepresidente Consiglio regionale




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>