Treni, la Regione non mantiene gli impegni e l’assessore non dà spiegazioni

trenoSulla situazione del trasporto ferroviario l’assessore Sorte deve metterci la faccia: non può assentarsi durante la discussione di un tema così importante come il mancato potenziamento dei servizi ferroviari e le ripercussioni sui pendolari lombardi.

Ma sul tema le difficoltà del centrodestra sono sotto gli occhi di tutti. In Aula è infatti finito in parità, 27 a 27, il voto sulla mozione del PD per chiedere spiegazioni sulla mancata attivazione delle tratte decise ai tavoli territoriali.

A partire dal 10 settembre dovevano partire molti dei servizi ferroviari stabiliti durante i tavoli territoriali dello scorso maggio sulle linee: Verona-Brescia-Milano, Brescia-Milano Greco Pirelli, Brescia-Piadena-Parma, Milano Centrale-Malpensa, Lecco-Carnate-Milano e Milano-Tirano.

La mozione, che non è passata per un soffio, impegnava la Giunta a spiegare i motivi dell’accaduto e soprattutto della mancata informazione ai pendolari, a convocare in via straordinaria i Tavoli dei Quadranti e ad attivare i servizi concordati, dando inoltre mandato alla commissione Trasporti di organizzare un programma di audizioni con l’assessore e tutti i soggetti coinvolti.

A maggior ragione dopo questa votazione, la Giunta non può più permettersi di sottovalutare un tema tanto cruciale e deve assumersi le proprie responsabilità, attivando immediatamente Trenord per garantire i servizi concordati a maggio con i pendolari.

Alessandro Alfieri, segretario regionale PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>