Le famiglie in difficoltà vanno aiutate indipendentemente dalla scuola scelta

scuolaBocciato il bonus per i libri riservato alle paritarie: le discriminazioni che abbiamo sempre denunciato hanno avuto riscontro nella sentenza del Consiglio di Stato.

Nel 2014 la Regione aveva negato il bonus libri a tre famiglie con reddito Isee sotto i 15.458 euro perché avevano iscritto i figli alle scuole pubbliche. Per loro l’ aiuto era inferiore rispetto a quello per le private. Le famiglie hanno intentato una causa. (Corriere della Sera

Era già emerso che fosse iniquo dare più contributi a famiglie che ne avevano meno bisogno, lasciando fuori o dando meno sostegno finanziario chi era in difficoltà. E infatti, grazie al PD, già da qualche anno la Regione aveva modificato le regole. Ma adesso è costretta a pagare in ritardo scelte fatte in passato che erano chiaramente sbagliate.

Le famiglie più in difficoltà vanno aiutate indipendentemente dalla scuola che frequentano i figli. In particolare per quanto riguarda i libri, che sono da sempre la voce di spesa più pesante.

Fabio Pizzul, consigliere regionale PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>