Maroni, il presidente che vuole spendere 46milioni di euro per convocare una riunione a Roma

pirelloneMaroni vuole passare alla storia come il presidente che ha speso 46 milioni di euro per fare una cosa che si può fare gratis. Il referendum consultivo – la cui data, pare, verrà annunciata venerdì – serve per avviare il percorso per trasferire alla Lombardia maggiori competenze, cioè serve per indire una riunione a Roma!

LEGGI ANCHE:
- La barzelletta del referendum di Maroni
- Autonomia, il PD consegna le sue proposte al Governo
- 40 modi per utilzzare bene i 30 milioni di euro: dal lavoro alle famiglie

Come Partito Democratico crediamo che la Lombardia debba avere più competenze. Per questo abbiamo offerto, un anno e mezzo fa, un documento unitario dei sindaci dei capoluoghi e dei presidenti di Provincia, per andare insieme ad aprire il tavolo con il Governo. Maroni non ne ha fatto nulla, così come non fece nulla per dare maggiore autonomia alla Lombardia nei tanti anni in cui è stato ministro.

Proprio oggi (giovedì 20 aprile) il ministro Maurizio Martina ha invitato Maroni a chiedere subito al Governo l’apertura formale del tavolo di lavoro sul federalismo. «Noi ci siamo – ha dichiarato il ministro – e siamo disponibili ad aprire un tavolo per l’eventuale attribuzione di ulteriori competenze alla Regione secondo l’articolo 116 della Costituzione. Maroni faccia questo passo ora, anche in coerenza con la richiesta condivisa da tutti i sindaci dei Comuni capoluoghi e dai presidenti di provincia della regione, per sviluppare costruttivamente un percorso legato al federalismo differenziato e ai costi standard. Eviti di spendere inutilmente più di 46 milioni di euro per un referendum consultivo senza effetti immediati. Basta una richiesta al Governo, inspiegabilmente mai arrivata fino ad oggi, per arrivare allo stesso obiettivo, senza buttare milioni di euro. Noi ci siamo, siamo disponibili a lavorarci».

Maroni ci ripensi: non è con inutili iniziative di parte, ma tenendo insieme il territorio lombardo che si possono ottenere risultati per i cittadini.

Alessandro Alfieri, segretario regionale PD

 




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>