La Lega di Maroni e Salvini mette a rischio l’arrivo dell’Agenzia europea del farmaco a Milano

maroni_salviniCon il suo comportamento irresponsabile, la Lega Nord di Roberto Maroni e Matteo Salvini mette a rischio il trasferimento dell’Agenzia europea del farmaco a Milano.

La Lega ha infatti deciso di boicottare in Regione Lombardia la sessione regionale di integrazione al programma 2017 della Commissione Europea non partecipando al voto dal voto nelle commissioni.

Il provvedimento è stato discusso nelle commissioni Sanità, Affari istituzionali, Agricoltura e Attività produttive: il documento è stato approvato solo in quest’ultima, poiché in tutte le altre la mancata partecipazione al voto della Lega ha determinato la bocciatura o la chiusura anticipata della commissione.

La Legge europea, che ogni Regione è tenuta ad approvare entro il mese di marzo, contiene le raccomandazioni che gli enti territoriali fanno al programma di governo della Commissione, ed è parte della costruzione dal basso delle politiche comunitarie.

Con che credibilità, quindi, il presidente Maroni dice di volere un’agenzia europea sul suolo lombardo se poi il suo partito mostra apertamente disprezzo per l’Europa? L’antieuropeismo della Lega per la Lombardia è una zavorra.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>