La Lombardia approva la legge nata dal PD su bullismo e cyber bullismo

bullismoRegione Lombardia ha la sua prima legge di disciplina degli interventi di prevenzione e contrasto del fenomeno del bullismo e del cyber bullismo. Il provvedimento è stato votato (M5s non ha partecipato al voto, astenuta Fuxia People) durante la seduta di Consiglio regionale di martedì 24 gennaio.

L’iniziativa è nata grazie al PD che già nel 2014 aveva presentato un progetto di legge.
Leggi anche: Contrasto al cyberbullismo, approvato il progetto di legge nato dal PD

Finalmente la Lombardia ha una legge per la prevenzione e il contrasto al bullismo e al cyber bullismo. Dopo un lungo percorso in Commissione Cultura e istruzione e qualche evitabile forzatura per l’approdo in Consiglio regionale, la legge si pone al fianco di coloro che già si impegnano per la prevenzione e il contrasto di questo fenomeno. Il provvedimento ha l’ambizione di creare e rafforzare una rete regionale per la prevenzione e il contrasto al bullismo coinvolgendo tutti i soggetti che già operano sul territorio. Viene istituita una Consulta regionale sul bullismo con il compito di monitorare il fenomeno e valorizzare le iniziative esistenti e di suscitarne di nuove. Peccato che il Movimento 5 Stelle non abbia partecipato al voto finale.

Nota dolente, la dotazione finanziaria “troppo esigua”: il Pd aveva chiesto che fosse portata da 300 a 600mila euro annui, ma Giunta e maggioranza hanno bocciato l’incremento. Accogliamo con favore il nostro ordine del giorno che garantisce celerità nell’applicazione della legge e una costante erogazione delle risorse anche per gli anni a venire.

Questa legge è il segnale culturale che questa legge offre ai lombardi sia importante: di fronte al bullismo e al cyber bullismo non si può e non si deve rimanere indifferenti. Ora è però importante che la Giunta costituisca celermente la Consulta regionale che dovrà raccogliere informazioni sul bullismo e sulle iniziative per contrastarlo, individuando percorsi di istruzione e di educazione alla prevenzione.

Fabio Pizzul e Carlo Borghetti, consiglieri regionali PD

 

1 comment

  1. Pingback: Videosorveglianza nelle residenze per anziani e disabili: non serviva una legge | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>