Legge sulla casa: il PD al lavoro in Aula per una legge migliore

casaQuella della maggioranza sulla casa è una legge sbagliata che non risolve, e per certi versi complica, il problema in Lombardia. Non garantisce le risorse necessarie, non dà garanzia che agli inquilini sia richiesto un costo sopportabile e anziché ristrutturare e riqualificare il patrimonio abitativo pubblico si prosegue con la scelta sbagliata dei piani vendite quando 50mila famiglie lombarde sono in lista d’attesa senza alloggio.

Il Partito democratico ha depositato 38 emendamenti e un ordine del giorno con i quali intende correggere grosse criticità  della legge. Gli emendamenti riguardano principalmente il finanziamento dell’edilizia residenziale pubblica, il contenimento del costo dell’abitare per gli inquilini, i criteri e i requisiti per definire le graduatorie dei beneficiari, la ridefinizione del piano vendita degli alloggi e il pieno riconoscimento della partecipazione delle organizzazioni sindacali al momento escluse.

Con l’ordine del giorno invece si cerca di risolvere il limite più grosso della legge ovvero la quantità e la modalità di reperimento delle risorse. Chiediamo che la Regione preveda un piano straordinario decennale di finanziamento delle politiche abitative pubbliche pari a 2 miliardi di euro recuperandoli dalla quota regionale dell’irpef non sanitario. Maroni venga domani in Aula e si impegni davanti a tutti a contenere e ridurre i canoni e le spese per gli inquilini.

QUI IL TESTO DEL NOSTRO ORDINE DEL GIORNO
QUI LE NOSTRE PROPOSTE PER LA CASA IN LOMBARDIA

 

1 comment

  1. Pingback: La maggioranza approva la legge sulla casa con il nostro voto contrario | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>