Moschee: la Consulta ha bocciato la legge, Maroni non cerchi scuse

moscheaSulla legge anti-moschee, Maroni gioca con le parole. Ha fatto approvare una legge ideologica e discriminatoria e la Consulta gliel’ha smontata. Ora è chiaro quello che abbiamo sempre sostenuto: non spetta a Maroni decidere chi può pregare in Lombardia e chi no, chi può costruire un luogo di culto e chi no, chi deve installare telecamere di videosorveglianza e chi no.

(GUARDA IL VIDEO DELLA NOSTRA DIRETTA WEB)

Ciò che rimane dopo la sentenza è solo un aggravio burocratico per chiunque intenda costruire una chiesa cattolica come un tempio buddista. Ma il problema di fondo rimane e le analisi di questi giorni lo hanno più volte dimostrato: il fondamentalismo passa per i centri di ritrovo clandestini e per la rete e questa legge non fa nulla per contrastarlo.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>