Maroni e la lenta agonia che penalizza solo i cittadini

Nel 2012 davanti alle inchieste Maroni staccò la spina a Formigoni mandando la Lombardia al voto. Oggi, alla sesta inchiesta che coinvolge il sistema regionale e la terza che riguarda la sanità, Maroni si ostina ad andare avanti, condannando la Regione ad una lenta agonia.

Rizzi e i suoi avevano la piena fiducia di Maroni e Salvini. Oggi è chiaro che la Lega non è stata in grado di recidere il rapporto tra una parte malata della politica e la sanità lombarda e che non ha nemmeno ascoltato le indicazioni di chi aveva messo a controllare. Anziché pensare a ricandidarsi, Maroni prenda atto del suo fallimento.

Alessandro Alfieri, segretario regionale del Pd in Regione dopo la bocciatura della mozione di sfiducia a Maroni depositata dalle opposizioni

NEL VIDEO L’INTERVENTO IN AULA DI ALFIERI




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>