Terzo rimpasto e niente assessore alla Sanità. E i litigi continuano

maroniRegione Lombardia ha due nuovi assessorima non quello più importante e necessario, vacante da agosto. Nel terzo rimpasto di giunta in due anni, Maroni è stato costretto a tenere per sé le deleghe di sanità e welfare perché non in grado di risolvere le beghe della maggioranza, in primis di Forza Italia, ora parzialmente risarcita con la vicepresidenza e con un assessorato che, più che a sostenere il reddito dei lombardi, serve a sostenere gli equilibri di potere.

Enrico Brambilla, capogruppo del Pd in Regione 




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>