Una legge per la montagna: firma anche tu

maontagnaIl prossimo 30 giugno verrà votato dal Consiglio regionale il progetto di legge n. 223, il quale disciplina le funzioni che Regione Lombardia assegna alle nuove province.  Dentro questo provvedimento sono previste una serie di autonomie aggiuntive destinate alla provincia di Sondrio ed, in misura minore, agli altri territori montani della Regione. E’ necessario un intervento forte, perché la montagna lombarda è in sofferenza: il combinato di impoverimento e spopolamento sta mettendo a dura prova la possibilità di continuare a vivere e lavorare nei territori di montagna.

www.firmaperlamontagna.it

Bisogna muoversi ora: chiediamo al Consiglio di recepire le nostre proposte in materia di acquacrediti forestaliservizi per la specificità montanasemplificazione amministrativaimprese locali, e prodotti tipici:

- ACQUA

L’acqua è la nostra risorsa più importante. Vogliamo modificare la legge regionale 33/07 ed i successivi Accordi Quadro di Sviluppo Territoriale per portare più risorse dai canoni regionali del demanio idrico su tutto il territorio montano.

- CREDITI FORESTALI

I boschi di montagna contribuiscono ad abbattere il livello di inquinamento (CO2) provocato dagli insediamenti del fondo valle e delle grandi città. Chi inquina può compensare acquistando crediti che entrano nelle casse dei comuni per la manutenzione del bosco e il sostegno alle attività agricole.

- SERVIZI PER LA SPECIFICITA’ MONTANA

In montagna ci sono molti fattori che incidono in modo decisivo sulla vita delle persone e delle imprese: la bassa densità della popolazione, le condizioni di svantaggio strutturale e le caratteristiche geomorfologiche del territorio devono affiancare il parametro demografico nella programmazione dei servizi.

- ZONE OMOGENEE

Attraverso le Comunità Montane o le zone omogenee (una esclude l’altra), vogliamo avvicinare al territorio alcune funzioni attribuite oggi alle Province e alla Regione come la formazione professionale e una serie di autorizzazioni ambientali e paesaggistiche oltre al ruolo di stazione unica appaltante per le gare superiori ad un certo valore.

- ALBO IMPRESE LOCALI

Nel rispetto dei principi fissati dalla normativa europea in materia di appalti pubblici, vogliamo che ogni Comunità Montana si doti di un albo delle imprese locali, soggetto a revisione periodica, per agevolare l’individuazione dei concorrenti negli appalti pubblici assoggettabili a procedura negoziata.

- PRODOTTI TIPICI

I prodotti agroalimentari e vitivinicoli devono diventare i primi “ambasciatori” dei territori montani. Vogliamo sostenere l’agricoltura di montagna per garantire il presidio del territorio ed aumentare l’occupazione a km. 0, anche attraverso la promozione dell’e-commerce per l’acquisto dei prodotti tipici nostrani;

- – - – - – - – - – - – - -

Con la tua firma puoi dare forza a queste proposte ed aiutarci a portare la voce dei territori montani dentro al Consiglio regionale: www.firmaperlamontagna.it

2 comments

  1. Pingback: Province, restano i compiti ma senza risorse. Discriminati i cittadini di montagna | BlogDem

  2. Pingback: » Province, restano i compiti ma senza risorse. Discriminati i cittadini di montagna




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>