Eterologa, il Consiglio di Stato boccia la decisione di far pagare in Lombardia

eterologaIl Consiglio di Stato ha accolto il ricorso contro le prestazioni per l’eterologa a pagamento in Lombardia e ordinato al Tar di fissare in tempi brevi l’udienza di merito. La Terza sezione ha emesso l’ordinanza sul ricorso in merito, presentato  da Massimo Clara e Lorenzo Carmelo Platania, insieme all’associazione Sos infertilità, motivato dal fatto che gli atti della Regione sarebbero illegittimi in quanto violano il diritto alla salute.

Il Consiglio di Stato ha  giudicato condivisibile la censura della disparità di trattamento economico  tra omologa e eterologa in Lombardia e  stigmatizzato la violazione del diritto alla cure per chi non può permettersi di pagare.   La Lombardia infatti è l’unica Regione a far pagare  la fecondazione eterologa ai cittadini con costi tra i 1.500 e i 4mila euro.

Siamo molto soddisfatti: dopo l’ordinanza del Consiglio di stato per la giunta Maroni sarà sempre più difficile difendere la scelta, dettata da ragioni ideologiche e non di salvaguardia della salute dei cittadini, di far pagare l’eterologa,  discriminando le coppie sul piano economico. Da parte nostra siamo fieri di stare dalla parte delle migliaia di coppie in attesa di vedersi riconosciuto il proprio desiderio di essere genitori.

Sara Valmaggi, PD, e Lucia Castellano, Patto Civico

1 comment

  1. Pingback: Eterologa, Lombardia bocciata nelle sue scelte ingiuste | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>