Eterologa, ingiusto che solo in Lombardia sia a pagamento

eterologaLa Lombardia è l’unica Regione a far pagare  la fecondazione eterologa ai cittadini, con costi tra i 1.500 e i 4mila euro. Il prossimo 9 aprile  si terrà l’udienza del Consiglio di Stato  che  dovrà decidere sul ricorso  in merito, motivato dal fatto che gli atti della Regione sarebbero illegittimi, in quanto violano il diritto alla salute. Il ricorso è stato presentato dopo che il Tar regionale, il dicembre scorso, non aveva accolto la sospensiva della delibera.

A presentare il ricorso sono stati gli avvocati Massimo Clara e Lorenzo Carmelo Platania, insieme all’associazione Sos infertilità, gli stessi  che hanno già vinto davanti alla Corte Costituzionale le due cause che hanno fatto cambiare radicalmente la legge 40 sulla procreazione assistita. L’auspicio è che il Consiglio di Stato accolga il ricorso e  si pronunci per la sospensiva immediata.

Non vi è ragione per bloccare sine die le procedure autorizzative per l’apertura di nuovi centri, anche privati, dove si esegua la fecondazione assistita, sia omologa che eterologa. La concorrenza aumenta la facoltà di scelta e favorisce i pazienti ed è iniquo che i lombardi, unici  in Italia, debbano pagare interamente la prestazione sanitaria mentre in tutte le altre regioni si paga soltanto il ticket. In Lombardia sono migliaia le coppie in  attesa di sottoporsi alla fecondazione assistita.

La Consulta ha stabilito in modo indiscutibile che la fecondazione assistita, omologa o eterologa che sia, è una cura, e per questo le coppie hanno pieno diritto di ricorrervi. È evidentemente  discriminatorio che i cittadini di una sola regione siano obbligati a pagare, e molto, una terapia solo perché non incontra il gradimento ideologico della giunta.

Sara Valmaggi, PD, e Lucia Castellano, Patto Civico

1 comment

  1. Pingback: Eterologa, il Consiglio di Stato boccia la decisione di far pagare in Lombardia | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>