Riforma della sanità: il testo del PD c’è, non si perda altro tempo

sanitàFinalmente dopo anni la maggioranza di centrodestra alla guida della Regione ammette gli errori del sistema sociosanitario lombardo e propone di superare il modello formigoniano. Una richiesta che il PD porta avanti da tempo e infatti abbiamo depositato da luglio un progetto organico di riforma del sistema.
Non si perda quindi ulteriormente tempo. La maggioranza decida quale testo di riforma depositare ufficialmente (se quello di Rizzi o altri annunciati), da abbinare al nostro, e iniziamo una discussione seria in Commissione. Ammettere che bisogna tornare a investire sui servizi territoriali, rivedere il rapporto tra pubblico e privato, costituire un assessorato unico, rendere i ticket correlati al reddito, sono proposte interessanti che il Pd ha messo sul tavolo per primo da anni. Parlare ancora di competizione tra strutture pubbliche e strutture private non ci trova d’accordo: è necessario un riequilibrio che deve essere necessariamente fatto attraverso una programmazione omogenea e un controllo uniforme su tutto il territorio regionale. E la riarticolazione della rete ospedaliera, nel progetto di legge Pd, è ben più coerente ed efficace di quanto non sia quella che abbiamo potuto apprendere all’interno della proposta supportata da Maroni, che ci appare confusa e contradditoria.

Sara Valmaggi, vicepresidente del Consiglio regionale e Carlo Borghetti, consigliere regionale PD

2 comments

  1. Pingback: Riforma sanità: nella maggioranza dilettanti allo sbaraglio | BlogDem

  2. Pingback: Al via la prima consultazione del PD lombardo | PD Lombardia




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>