Sanità, la proposta di legge targata PD

sanitàAbbiamo presentato il nostro progetto di legge per riformare la sanità lombarda. Non libri bianchi (arriverà davvero?), ma proposte precise per rispondere ai cambiamenti e alla domanda di salute emergente che non ha risposte in Lombardia oggi. Ne abbiamo parlato sabato mattina in occasione del convegno “Le nuove sfide della sanità” durante il quale si è fatto il punto su nuove risposte e nuovi bisogni, dalla sostenibilità dei costi delle nuove patologie, alla cronicità, e un confronto puntuale con altre regioni italiane.

“A sei mesi dalla presentazione del libro bianco di Maroni la proposta della maggioranza  stenta a riempirsi di contenuti, anche perché la maggioranza di centrodestra è stata impegnata più su altri fronti. Siamo aperti al confronto e abbiamo già portato la nostra proposta nei diversi territori lombardi: la riforma deve necessariamente improntarsi a maggior qualità,  manca oggi un’integrazione tra sociale, sociosanitario e sanitario. Mancano le strutture intermedie per le riabilitazioni e la cronicità, così come manca una reale presa in carico del paziente; bisogna puntare sull’applicazione dei costi standard che, diciamolo una volta per tutte, non è una semplice questione di costo delle siringhe” ha detto il capogruppo Pd Enrico Brambilla. Il progetto Pd (ecco il testo completo) si propone di superare la dicotomia ospedale/ territorio, l’iniquità dei ticket, la disparità di regole tra pubblico e privato, gli sprechi (a partire dai costi esorbitanti per la Carta sanitaria), le liste d’attesa. “Non vogliamo ribaltare la sanità lombarda ma il sistema deve essere integrato: serve per questo un assessorato unico e una filiera integrata tra ospedali e territori in nuove Aziende socio sanitarie territoriali. Questa è la nostra ricetta, che parte dalla prevenzione: fare più prevenzione vuol dire riorientare la spesa sanitaria e promuovere stili di vita e politiche educative, culturali e ambientali” ha detto il consigliere Carlo Borghetti.

“Con la presentazione di questo progetto di legge abbiamo voluto sfidare la maggioranza – ha spiegato la vicepresidente del Consiglio regionale  Sara Valmaggi -. All’interno della proposta è contenuta, tra l’altro, una coraggiosa riorganizzazione netta della rete ospedaliera fatta da tre elementi (ospedali e presidi di comunità, centri ad elevata intensità e complessità e rete della ricerca che comprende IRCCS pubblici e privati, Università, Enti e istituzioni di ricerca presenti nella nostra regione) e articolata sulla base del bacino di utenza, l’intensità della cura richiesta, la presenza di centri di emergenza sui territori”.

10 comments

  1. Pubblicate sul blog il testo della proposta di legge, affinchè passiamo farci un’opinione e dare un contributo di idee.
    Grazie!

  2. Pingback: Al via la prima consultazione del PD lombardo | PD Lombardia

  3. Pingback: Riforma sanità: nella maggioranza dilettanti allo sbaraglio | BlogDem

  4. Pingback: Riforma sanità, blitz della maggioranza: deboli e divisi | BlogDem

  5. Pingback: Sanità: la riforma si avvicina, ma la maggioranza resta divisa | BlogDem

  6. Pingback: Riforma sanità, pronti a dare battaglia e a bloccarli in Aula anche a Ferragosto | BlogDem

  7. Pingback: Sanità: Maroni avrà il suo trofeo, ma a spese dei lombardi | BlogDem

  8. Pingback: Sulla sanità la maggioranza arriva anche all’emendamento “last minute” | BlogDem

  9. Pingback: Sanità, un decalogo perchè sia una vera riforma | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>