Nuove province fra presente e futuro: il video della diretta web

Sono passati due mesi dalle elezioni che hanno portato alla nascita delle “nuove” province. Abiamo fatto il punto sulla situazione (in attesa della delibera di Regione Lombardia sulle deleghe) in diretta web su www.blogdem.it. Con Fabio Pizzul i consiglieri regionali Corrado Tomasi e Giuseppe Villani e il presidente di Cal (Consiglio Autonomie Locali) Virginio Brivio.

PER RIVEDERE LE ALTRE DIRETTE WEB CLICCA QUI

5 comments

  1. Va bene che non ci sono più stipendi, ma siete sicuri che questa riforma sia davvero un risparmio per noi cittadini?

  2. Ma io vorrei capire. Siete d’accordo o no con l’eliminazione delle province? Perché tutto il resto è noia….

  3. Si può dire che questa presunta riforma non è riuscita benissimo. Perchè l’assetto degli enti locali non puo’ essere rivisto un pezzo per volta ma tutto insieme. Se si decide che le Regioni sono centrali rispetto alla riforma, come pare dalla riforma costituzionale, allora ci sta che le Province vadano a ramengo e vengano sostituite semmai da enti di area vasta decisi dalle Regioni stesse. In alternativa se diciamo che serve un altro ente tra Regione e Comune allora decidiamoci e diamogli sia potere che l’elezione di primo livello… In alternativa facciamo solo pastolottti indigeribili… Ora per esempio abbiamo piccole nomenclature politiche che guidano le provincie come prima, che dipendono non dal voto popolare ma dalle segreterie dei partiti, arrabbiandosi per le poche risorse, e gli assessori anche se non si chiamano più così ci sono ancora… rimborsi compresi…

  4. Effettivamente se le province si comportano come la mia (del territorio dove abito) non vedo perchè non chiuderle:
    4/6 mesi per poter essere liquidati di un lavoro svolto
    in alcuni settori lavorano persone che sono precarie da oltre 5 anni
    strade provinciali ridotte in condizioni pietose
    Però si rischia di buttare via il bambino con l’acqua sporca.
    Sento già di una corsa dei dipendenti ad essere trasferiti nei settori che rimarranno di competenza delle province in modo da non cambiare ente. Sono stati considerati questi elementi ? come ci si comporterò con gli esuberi ?




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>