Sanità, serve discontinuità. Ma Maroni è disponibile al dialogo?

sanitàSe c’è la volontà di discutere veramente noi siamo disponibili, ma se non si sceglie la discontinuità saremo inflessibili.  Vorrei che fosse chiaro che noi, il PD, siamo orgogliosi del patrimonio di professionalità degli operatori della sanità lombarda. Tuttavia è evidente che va cambiato passo: l’invadenza della politica ha provocato evidenti storture nel sistema.
Facciamo tutti autocritica, perché questo non avviene solo in Lombardia, ma non può essere un alibi. Assumiamoci le nostre responsabilità: occorre una riforma profonda della sanità lombarda e se il libro bianco annunciato dal presidente ha i contenuti di cui ci ha detto, gli chiediamo di confrontarlo con i programmi elettorali: scoprirà che è diverso dal suo e molto più simile a quello di Ambrosoli.
Dopo gli ultimi scandali è evidente che è ora di riportare le leve del controllo in Consiglio perché 80 consiglieri che controllano sono molto meglio di uno solo che comanda.

Alessandro Alfieri, segretario regionale del Pd, in merito alle dichiarazione del presidente Maroni in merito alle linee guida della sanità lombarda dell’annunciata riforma della sanità lombarda

 




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>