Dote scuola: isee per tutti primo passo. Ma soglia e dotazioni finanziarie vanno riviste

scuolaLa rinnovata dote scuola è un primo passo per equiparare il criterio di calcolo, però la soglia è ancora troppo diversa per essere realmente equanime. E soprattutto le dotazioni vanno riequilibrate.
Prendiamo atto della decisione della Giunta che, dopo non pochi bisticci, ha deciso di rimodulare i criteri uniformando sia dote che buono scuola all’Isee. Ci saranno quindi meno discriminazioni di accesso tra studenti delle statali e delle paritarie. Tuttavia, rimane ancora un’eccessiva discrepanza tra l’Isee stabilito per la dote, 15mila euro, e quello per il buono, 38mila, che significa, per una famiglia con figli, un’imponibile che può sfiorare i 100mila euro l’anno, quindi non esattamente in difficoltà.
Tuttavia appreziamo il primo sforzo per equiparare il criterio di calcolo. Adesso va rivista la soglia di assegnazione e vanno riequilibrate le voci previste a bilancio: ancora una volta, solo 5 milioni di euro per dote scuola e ben 30 milioni per il buono. La via lombarda al finanziamento delle paritarie, perché di questo si tratta, rimane comunque un escamotage. La questione andrebbe affrontata in modo organico a livello nazionale.

1 comment

  1. Pingback: Scuola: cosa succede in Lombardia? Diretta web mercoldì 5/2 alle 13.30 | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>