Libertà d’impresa: condividiamo le finalità, ma attenzione alle strumentalizzazioni

compNon abbiamo partecipato al voto in Commissione Attività produttive (fatto salvo per l’art.1 della legge) sulla legge competitività, ribattezzata “Impresa Lombardia: per la libertà d’impresa, il lavoro e la competitività“.
Abbiamo votato l’art. 1 perché è quello che contiene i principi e le finalità di questo provvedimento, finalità che noi abbiamo fortemente condiviso e cercato anzi di migliorare, ponendo al centro dell’impianto il problema principale dell’economia lombarda: la delocalizzazione delle imprese, a partire da quelle manifatturiere. Non ci può essere sviluppo né attrattività senza porre un freno alla delocalizzazione.
A questo servono i vari importanti strumenti inseriti nella legge a partire dagli accordi di programma per la competitività e dall’utilizzo della leva fiscale.

Ma affiancare a strumenti utili anche uno strumento tutto da sperimentare e ancora immaturo come la moneta complementare, rischia di vanificare gli obiettivi ambiziosi del progetto che sino a qui avevamo condiviso. Non è un’opposizione pregiudiziale la nostra contro la moneta; è vero però che crediamo che non rappresenti una priorità e che si poteva trovarle un’altra collocazione evitando così che se ne facesse un uso ideologico, come sta capitando.
Auspichiamo che nessuno voglia utilizzare questa legge per fare propaganda elettorale, perciò ci auguriamo che si possa trovare una soluzione condivisa e di maggiore equilibrio sul tema della moneta complementare. Solo così, come gruppo del Pd, potremo trasformare il nostro dissenso di oggi in Commissione, con un voto positivo, in Aula. Alla luce della vicenda Electrolux, insieme a quella della Carapelli e dell’Agfa, lavoriamo, perché in Aula si possano rafforzare i vincoli previsti nella legge, nei confronti delle multinazionali presenti sul nostro territorio.

Enrico Brambilla e Onorio Rosati, consiglieri regionali PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>