Esami fino a mezzanotte? Il Pd lo aveva già proposto: Maroni e Salvini si svegliano ora?

sanitàSalvini, un genio a posteriori. Per diminuire le liste d’attesa Matteo Salvini  propone di ampliare l’orario per gli esami negli ospedali pubblici, anche fino a mezzanotte, sul modello già applicato in Veneto. Una buona idea, che però non ci saremmo aspettati di ascoltare dal segretario federale del Carroccio. Il  Pd lo aveva proposto da tempo e ribadito in una conferenza stampa, il 27 novembre  scorso.

Leggi anche: Sanità, liste d’attesa: la sperimentazione di Regione non funziona. Guardiamo al Veneto

Ma l’idea non è stata apprezzata dalla Giunta Maroni, che ha preferito erogare 25 milioni di euro, finiti per lo più a strutture private, senza avere alcuna certezza che questi soldi servano effettivamente al loro scopo. L’assessore Mantovani, da parte sua, rispondendo a una nostra interrogazione in commissione Sanità, ha confermato l’intenzione di portare avanti il progetto.
Forse in Lombardia  si preferisce ancora  tutelare qualche vecchio amico, piuttosto che i cittadini che aspettano mesi per un esame? A Salvini e Maroni l’onere della spiegazione.

Sara Valmaggi, vicepresidente del Consiglio regionale




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>