La Lega spinge la Lombardia fuori dall’Europa (e ostacola veneti e piemontesi!)

maroniLa Lombardia non può essere governata con le sparate elettorali della Lega. Fissare il criterio dei quindici anni di residenza per accedere ai contributi regionali significa intraprendere una strada impraticabile e controproducente, perché è in contrasto con la Costituzione come già più volte sperimentato.
Ma occorre anche ricordare che questa politica, congegnata per colpire gli stranieri, rischia di ostacolare anche veneti e piemontesi, alla faccia della macroregione. Siamo alla pura propaganda, che spinge la Lombardia fuori dall’Europa, sulla strada dei vari partiti xenofobi europei con cui la Lega ha scelto di andare a braccetto. È questo il futuro che Maroni vuole dare alla nostra Regione?

Alessandro Alfieri, capogruppo del Pd in Regione Lombardia, sulle dichiarazioni rilasciate dal presidente della Lombardia Roberto Maroni al termine dell’incontro tra i governatori leghisti in merito alla volontà di portare a 15 gli anni di residenza in Lombardia per poter accedere ai contributi regionali.

 




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>