Aler Milano: serve operazione trasparenza anche nelle altre partecipate

alerLe parole di Maroni confermano quanto fosse fondato e giustificato il nostro allarmismo, anzi i dati fornitici appesantiscono ulteriormente il quadro. Riteniamo ancora di più oggi necessaria e imprescindibile un’operazione di trasparenza. Non solo all’interno dell’azienda, per renderla più efficiente e rispondente ai bisogni dei cittadini e dei lavoratori, ma anche all’interno delle società partecipate e controllate sulla cui gestione abbiamo sempre espresso forti dubbi e gli sviluppi di questi giorni ci stanno dando ragione.
Esigiamo trasparenza a tutti i livelli: nei sistemi informatici, nell’accesso agli atti, attraverso un sindacato ispettivo efficace, nella scelta e nell’operato dei dirigenti nominati all’interno delle società partecipate. Alla luce della relazione della due diligence la riforma delle legge 27 è indispensabile, ma non basta: un piano straordinario aziendale, economico e patrimoniale, deve andare di pari passo con l’accertamento delle responsabilità. Solo così si può davvero far ripartire la macchina evitando di vedere ai vertici le stesse persone che hanno gestito in ruoli chiave l’azienda in questi anni. Così come risulta non più rinviabile la necessità di reperire risorse certe per poter dare continuità e strutturalità alle politiche abitative pubbliche in Regione Lombardia.
Alessandro Alfieri, capogruppo PD e Onorio Rosati, consigliere regionale PD

Leggi anche: Aler Milano, con le opposizioni chiediamo una commissione di inchiesta

1 comment

  1. Pingback: In bilico tra idoli e grida | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>