Aler Milano: con le opposizioni chiediamo una commissione di inchiesta

alerI gruppi consiliari di PD, Patto Civico e Movimento 5 Stelle in Regione Lombardia hanno formalmente depositato la richiesta di costituzione di una commissione di inchiesta su Aler Milano. L’iniziativa dell’opposizione, che vede come primo firmatario Umberto Ambrosoli, coordinatore del centrosinistra in Regione, prende piede dalle grosse difficoltà finanziarie dell’azienda regionale della casa emerse negli ultimi mesi e oggetto di una “due diligence” (processo investigativo) da poco conclusa, ma non ancora resa pubblica. Per le minoranze, come scrivono nella lettera di richiesta indirizzata all’ufficio di presidenza del Consiglio, lo scopo è verificare la correttezza e trasparenza dell’attività della Regione e di Aler Milano; l’efficacia dei sistemi di controllo e di verifica dell’esecuzione degli indirizzi e dei programmi; infine, che le competenze e le risorse regionali siano state effettivamente utilizzate nell’ambito delle finalità di legge. Da ultimo, la commissione dovrà verificare l’appropriatezza delle procedure di indirizzo, controllo e vigilanza della Regione in vista dell’annunciata riforma della legge sull’edilizia residenziale pubblica.

Bisogna capire quali responsabilità hanno determinato la voragine finanziaria di Aler Milano. Siamo contenti di apprendere che l’assessore intende finalmente presentare la due diligence che ha ricevuto prima di Natale. La conoscenza del documento renderà più facile il lavoro della commissione; certo però non può bastare, poiché una due diligence si limita alla fotografia dell’esistente. A noi, invece, interessa comprendere i meccanismi che hanno prodotto il disastro. Stiamo parlando di un’azienda il cui rilievo sociale è di primaria importanza. E se il Consiglio è chiamato a rivedere con urgenza la legge 27 in materia di edilizia residenziale pubblica, è evidente che occorre prima comprendere le distorsioni del sistema per poi poterle correggere. Qualcosa non ha funzionato e bisogna vederci chiaro. La commissione d’inchiesta ci sembra lo strumento migliore per farlo. E con soddisfazione prendiamo atto che l’assessore Bulbarelli si sia immediatamente dichiarata d’accordo.
Dalla Giunta Maroni attendiamo risposte chiare a partire dalla due diligence condotta dalla società incaricata dalla Regione e dall’allora commissario Lombardi. Insistiamo da tempo per avere questi dati e per mettere al centro la riforma della legge sull’edilizia residenziale pubblica di cui vogliamo conoscere le linee guida che il centrodestra ha in mente. Sono temi non più rinviabili.

La commissione d’inchiesta è uno strumento previsto dallo Statuto della Regione Lombardia. È una commissione temporanea che viene istituita su richiesta di almeno un terzo dei consiglieri regionali. È guidata per Statuto da un esponente delle minoranze e i suoi lavori si concludono con una relazione al Consiglio regionale.

Umberto Ambrosoli e Alessandro Alfieri

2 comments

  1. Pingback: Aler Milano: serve operazione trasparenza anche nelle altre partecipate | BlogDem

  2. Pingback: Aler Milano, nasce la commissione d’inchiesta. Grazie alle opposizioni | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>