Con 7 infrazioni e altri 14 procedimenti aperti la Lombardia non è molto amica dell’Europa

unione_europeaCon sette procedimenti di infrazione (più altre quattordici procedure messe sotto attenzione dalle istituzioni europee) la Lombardia non si può dire una regione davvero con le carte in regola con l’Europa. E le infrazioni non rigiardano piccole cose, ma temi importanti, come le bonifiche, la caccia, lo smaltimento delle acque reflue, in gran parte temi ambientali, com’è scritto nella recentissima delibera regionale di ricognizione delle infrazioni europee.
Consideriamo quindi la seduta sulla Risoluzione europea (il documento di indirizzo delle politiche europee che precede la sessione europea vera e propria, che si terrà all’inizio del prossimo anno) come un allenamento per entrare più compiutamente nei temi di carattere europeo nell’apposita sessione. Ma ci auguriamo per allora ci sia una nuova e completa istruttoria da parte della giunta regionale, a dimostrazione che si crede davvero nella costruzione dal basso delle politiche europee. Troppo spesso l’Europa è strumentalizzata, anche per coprire mancanze della politica nostrana, basti pensare alle politiche sull’immigrazione, mentre noi avremmo bisogno di interloquire di più con le istituzioni comunitarie, di essere meno indisciplinati rispetto alle direttive europee e più capaci di attrarre i finanziamenti dell’Unione, a partire dai bandi a finanziamento diretto a cui gli enti e le imprese lombarde devono poter attingere molto di più e molto meglio, a livello, purtroppo ancora distante, delle maggiori regioni europee nostre competitrici.

Fabio Pizzul, consigliere regionale PD

1 comment

  1. Pingback: Parliamo di Europa, ma ci chiudiamo in Lombardia | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>