Sedriano, comune sciolto per Mafia: tenere alta la guardia, non solo a parole

mafiaLo scioglimento per infiltrazioni mafiose del Comune di Sedriano è un episodio gravissimo.
La Lombardia purtroppo, come denunciamo da tempo, è territorio di conquista di vecchie e nuove mafie, basti ricordare la caduta della giunta nel Comune di Desio solo tre anni fa e la compravendita di voti che ha provocato la caduta della precedente Giunta di centrodestra al Pirellone.
La Lombardia è la regione con il maggior numero di beni confiscati alla mafia: lo dicono i dati forniti dal Ministero dell’Interno. Segno che qui le organizzazioni criminali hanno radici profonde. Non possiamo più permettere questa penetrazione capillare.
I nostri amministratori locali sono da tempo in prima fila per contrastare i tentativi di infiltrazione da parte della criminalità organizzata. Ma i singoli da soli non possono affrontare una battaglia. Per questo è importante tenere alta la guardia, non solo a parole. Va rafforzata la collaborazione tra Istituzioni e le forze dell’ordine, con particolare attenzione alla trasparenza nelle procedure degli appalti in vista di Expo.
La vicenda pone anche la politica, e i partiti, di fronte alla necessità di attuare una forma di selezione più accurata nell’individuazione delle persone cui vengono affidate responsabilità. Quanto accaduto deve essere un ulteriore motivo per incentivare e rendere il più possibile utile l’azione della Commissione Antimafia in Consiglio regionale.

Alessandro Alfieri, coordinatore politico regionale e Gian Antonio Girelli, presidente commissione Antimafia





Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>