Nomine sanità: meno politica, più competenze

sanitàLa Giunta aveva presentato un testo di legge che, recependo le indicazioni contenute nel decreto Balduzzi, avrebbe reso più stringenti i criteri sulle nomine. A sorpresa, però, il relatore del provvedimento ha anticipato oggi alla Commissione Sanità che ci saranno modifiche allo stesso testo. I nuovi requisiti rivisti e corretti sarebbero, a quanto pare, meno stringenti. Ciò significherebbe meno garanzia di selezionare davvero le migliori competenze di questa Regione. E così la maggioranza sembra tornare a fibrillare proprio sulla delicata questione nomine.
Per noi resta irrinunciabile, così come previsto dal progetto di legge depositato oltre 1 anno fa, una composizione della Commissione valutatrice che preveda solo membri esterni e che la nomina sia effettuata partendo da una rosa ristretta di idonei scelta dalla Commissione per garantire che la valutazione sia effettivamente fatta tra i migliori. Solo in questo modo si riduce davvero la discrezionalità della politica e si mettono alla guida i più competenti.

Sara Valmaggi, vicepresidente Consiglio regionale

3 comments

  1. Pingback: Nomine sanità in Regione: nessuna condivisione, né di metodo, né di merito | BlogDem

  2. Pingback: Nomine sanità, abbiamo detto no a una legge che lascia troppo potere alla giunta | BlogDem

  3. Pingback: Per la sanità solo un libro sbiadito | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>