Dote scuola, troppi disagi per le famiglie. E la Regione cosa fa?

scuolaMolte famiglie lombarde nella scorsa primavera hanno dovuto fare i conti con un vero e proprio percorso a ostacoli per la presentazione della domanda di Dote scuola, il sostegno che Regione Lombardia garantisce alle famiglie per sostenere una parte delle spese scolastiche. Ci sono giunte diverse segnalazioni riguardo procedure poco lineari e di difficile interpretazione.
Nonostante l’impegno del personale dello Spazio Regione, in piazza Città di Lombardia, a Milano, ci sono state anche lunghe code nei giorni a ridosso del termine per la presentazione della domanda, che per alcune categorie non era possibile presentare on line. E anche chi ha fatto questo percorso, si è trovato alle prese con comunicazioni via sms contraddittorie e spesso incomprensibili.
Da qui la decisione di presentare un’interrogazione alla Giunta  (ecco il testo) per chiedere conto dei disagi e capire come intenda muoversi per evitare che si ripresentino il prossimo anno.
Chiediamo all’assessore all’Istruzione Aprea come giustifica i disservizi e le difficoltà riscontrate nell’iter della presentazione della Dote scuola 2013/2014 e come abbia intenzione di intervenire per migliorare il sistema, prevedendo modalità differenti di ricezione delle domande e una maggiore correttezza di informazione, con l’obiettivo di garantire un servizio efficiente ai propri cittadini.

Fabio Pizzul, consigliere regionale PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>