Il Corecom? Trasformato in un “ente di famiglia” da Lega e Pdl

palazzo lombardiaLa nomina del presidente del Corecom sancisce la trasformazione dei questo organismo tecnico di garanzia in un “ente di famiglia” della maggioranza consiliare Lega – PDL. Il presidente viene nominato in base a un accordo che prevede anche le due vicepresidenze. Tre graduati in un collegio di cinque servono evidentemente solo ad accontentare le tre componenti in gioco: la Lega, i ciellini e l’area laica del PDL. È una spartizione alla luce del sole: è evidentemente giunta l’ora di chiedersi a che cosa questi organismi servano davvero.

Enrico Brambilla, vice capogruppo regionale PD 




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>