Riparte la dote unica lavoro. Ma è efficace?

lavoroRifinanziata e razionalizzata. Regione Lombardia ha messo in campo 48 milioni di euro per far fronte all’emergenza disoccupazione attraverso lo strumento della dote lavoro e consentire il superamento della frammentazione dei bandi.
I dati presentati dalla Giunta parlano di tassi di reimpiego bassissimi, soprattutto in presenza di titoli di studio bassi, ma anche per quanto riguarda i giovani o gli over 55. Ben venga una razionalizzazione e una semplificazione, se di questo si tratta. Prima di rivisitare degli strumenti, tuttavia, occorrerebbe fare delle verifiche puntuali. Non c’è in Lombardia, e non c’è mai stato, un valutatore indipendente che misuri l’efficacia delle politiche attive messe in campo di volta in volta.

Fabio Pizzul, consigliere regionale PD

(Articolo tratto dalla newsletter del Gruppo PD)




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>