Pdl e Lega Nord dicono no all’impegno contro il razzismo. Incomprensibile e preoccupante

stranieriPdl e Lega Nord dicono no all’impegno contro il razzismo. La maggioranza ha infatti bocciato il nostro ordine del giorno all’assestamento al bilancio 2013 che chiedeva un impegno dell’amministrazione Maroni contro il razzismo. Il documento prevedeva di finanziare una campagna di sensibilizzazione  contro il razzismo con spot e inserzioni a pagamento sui media locali e affissioni sul territorio lombardo di cartelloni dedicati, di istituire un osservatorio regionale dedicato alla lotta al razzismo e, infine, di istituire un corso di formazione antirazzismo per gli amministratori pubblici. Il no della maggioranza arriva a poche settimane da un altro voto molto preoccupante: il no del Consiglio regionale lombardo a garantire il pediatra ai bambini immigrati non regolari.
La bocciatura di questo documento è incomprensibile e preoccupante. Abbiamo tutti assistito sbalorditi alle dichiarazioni di Calderoli e di altri esponenti leghisti, rivolte soprattutto contro il ministro Kienge. Sono fatti che non si possono ridurre a semplici intemperanze, come spesso fanno i vertici leghisti. Il nostro ordine del giorno voleva dare un’occasione agli esponenti del Carroccio di compiere un gesto chiaro ma, incomprensibilmente, abbiamo avuto il voto contrario di tutta la maggioranza, PDL compreso.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>