La maggioranza non pensa a scuole dell’infanzia paritarie e all’edilizia scolastica

scuola_banchiRegione Lombardia non inserisce nel Programma regionale di sviluppo il sostegno alle scuole paritarie dell’infanzia. E non accetta impegni ulteriori sull’edilizia scolastica in vista del riordino delle Province, attualmente responsabili della partita. Al Pd, che aveva chiesto attenzione a questi due punti dentro il Prs, non è restato che votare contro il documento in Commissione Cultura, istruzione e formazione.
Abbiamo proposto un emendamento, alla voce ‘Istruzione e diritto allo studio’, ambito prescolare, che chiedeva un sostegno organico e stabile alle scuole dell’infanzia nell’ottica di creare le condizioni di un diritto all’istruzione in Lombardia per i bambini dai 3 ai 6 anni. Rispetto al sostegno generico che prevede il Prs della Giunta Maroni, la nostra voleva essere una precisa richiesta nei confronti delle scuole paritarie che sono presenti nell’80% dei comuni lombardi e garantiscono il diritto educativo al 57% dei bambini che vivono in questa regione.
Ma il presidente di Commissione Ferrazzi si è limitato a dire che l’emendamento non veniva accolto ed è passato al voto, cassando completamente il nostro invito e sostenendo che l’impegno era di fatto già presente nel testo in votazione.
Stessa cosa per l’emendamento che chiedeva un ‘consolidamento delle risorse per l’edilizia scolastica, in previsione del riordino delle Province’. Ci sembrava necessario che la Regione si prendesse un impegno esplicito a non trascurare l’edilizia scolastica, visto che dal 2014 cambierà il quadro dell’istituzione provinciale.
Prendiamo atto che il presidente ha assicurato un impegno del Prs sui due punti, ma allora perché non votare a favore di questi emendamenti? E ciò nonostante altri nostri emendamenti siano stati recepiti. Ma questo Prs rappresenta pur sempre la concretizzazione di un programma politico che ci ha visti contrapposti nelle recenti elezioni regionali con idee e proposte diverse.

Fabio Pizzul, Mario Barboni, Laura Barzaghi e Jacopo Scandella, i consiglieri regionali Pd 




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>