Cosa possiamo fare per l’agricoltura: il video della diretta web

Dopo le sollecitazioni del Gruppo regionale del Partito democratico, in VIII Commissione Agricoltura, si sono tenute le audizioni con le associazioni di categoria, le province lombarde e lo stesso assessore, per affrontare la grave situazione delle aziende agricole colpite dai danni del maltempo. Al termine è stato deciso che martedì prossimo, durante la seduta di Consiglio regionale, si approverà un documento condiviso sulla base della mozione del Pd rivista e aggiornata.

>>> I DATI: Maltempo e danni all’agricoltura 2013

>>> GUARDA ANCHE: LA TESTIMONIANZA DI DUE AGRICOLTORI

Abbiamo ascoltato da ogni rappresentante delle centrali agricole non solo l’elencazione dei pesantissimi danni riportati dalle nostre aziende, ma anche i molti suggerimenti per affrontare il difficile momento ed evitare che queste imprese soccombano. Dall’assessore abbiamo invece sentito dire che lo stato di calamità non è un provvedimento così facilmente ottenibile, ma, a parte il fatto che i rappresentanti degli agricoltori suggerivano anche l’alternativa della richiesta di stato di causa maggiore, come Pd abbiamo invitato tutte le forze a fare fronte comune, assieme ai nostri parlamentari, per poter ottenere ogni aiuto possibile da Roma e da Bruxelles.
Serve una condivisione a 360 gradi, ma il primo a crederci deve essere l’assessore, il quale invece considera il Ministero delle Politiche agricole addirittura inutile e lo viene a dire apertamente, in sede istituzionale, a noi consiglieri e ai rappresentanti degli agricoltori.
Il nostro invito è ora rivolto direttamente a Regione Lombardia e al presidente Maroni. Poiché la tempistica per gli interventi a favore delle aziende agricole comunque non è breve, si devono trovare, in assestamento di bilancio, le risorse per intervenire subito almeno a favore delle province più colpite. Sono operazioni che si fanno per altri ambiti, ora è necessario applicarle anche all’importantissimo mondo dell’agricoltura lombarda.

Marco Carra e Agostino Alloni, consiglieri regionali PD

7 comments

  1. Roberto Zanotti (da Facebook) 6 giugno 2013 at 07:12 -

    Sicuramente dovreste rivedere i benefici concessi fin’ora,qua da noi sono gli unici a non sentire la crisi..anzi lo Stato regala soldi e fondi che 20 anni fa avevano senso,oggi non ce l’hanno più

  2. L’Agricoltura nonostante la crisi è uno dei settori che risente di meno della crisi, nonostante i problemi strutturali del settore. Il maltempo eccezionale mette quindi in crisi un settore che non va male. Cosa pensate debba fare Regione Lombardia in più rispetto alla ordinarietà?

  3. La nuvo Pac avrà sicuramente meno risorse rispetto al passato. Si stà ora ragionando in sede Europea per capire cosa e come renderla più al passo con i tempi. Quali sono le vostre proposte? Condividete il cambio repentino di impostazione dell’attuale assessore Fava che rispetto al suo predecessore, sempre della Lega, invece che cercare soluzioni soffia sul fuoco della protesta definendo a priori la nuova PAC “lacrime e sangue” e sparando contro le istituzioni?

  4. Paolo Zignani (da Facebook) 6 giugno 2013 at 09:34 -

    Vorrei che per una volta gli agricoltori la capiscano che coltivare mais non è una grande idea e che la smettessimo di pagare noi i loro errori ripetuti da decenni.

  5. Pingback: Agricoltura e maltempo: dichiarato lo stato di crisi. Ma è solo il primo passo | BlogDem

  6. Pingback: La Regione in soccorso dell’agricoltura: approvata la nostra mozione | BlogDem




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>