Città della salute: Regione vuole ancora portare avanti un progetto di eccellenza?

sanitàRegione Lombardia deve affrontare il tema della Città della Salute in modo diverso, più ambizioso, e senza vincoli da fattori esterni: non può essere la finanza a decidere il destino di un servizio sanitario di importanza fondamentale. Questa Regione deve decidere se vuole ancora portare avanti un progetto di eccellenza a livello europeo oppure no.
Ci siamo scordati che la Città della Salute è anche la città della ricerca? Mi pare che si stia andando verso una ricollocazione di due ospedali che è una diminutio del progetto iniziale. Sulla collocazione invitiamo a guardare a Milano come grande città metropolitana e a non fissarsi sui confini cittadini, così com’è avvenuto per la nuova Fiera a Rho Pero. C’è un problema urbanistico: esistono a Milano aree dove fare quel che si può fare a Sesto San Giovanni? Se ci sono alternative, allora tiriamole fuori. A me non sembra che ce ne siano, al momento.
È la Regione a dover chiarire che cosa vuole. Ci dica che cosa vuol fare. Ad esempio, occorrerebbe una programmazione della rete ospedaliera e delle eccellenze. Oggi manca totalmente. E questo è un’ assurdità perché dovrebbe essere il punto di partenza di ogni ragionamento.

Carlo Borghetti, consigliere regionale PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>