Ex Opg: fondamentale il massimo coinvolgimento dei territori

opgNon sarà un percorso breve quello che porterà alla costituzione delle nuove strutture che sostituiranno gli ospedali psichiatrici giudiziari, ma, in Lombardia i siti sono già stati individuati e la strada tracciata. Lo ha spiegato oggi in Commissione speciale carceri Ettore Straticò, il direttore dell’ex opg di Castiglione delle Stiviere, dove verranno ubicate 6 delle 12 neo strutture di recupero. Le altre saranno posizionate rispettivamente a Como, Limbiate e Desenzano e avranno la capacità di accoglienza di 20 persone ciascuna, per far fronte al fabbisogno regionale.
Apprezziamo il fatto che la Lombardia si sia già mossa cosa che in altri territori non è avvenuto. Auspichiamo ora il massimo coinvolgimento dei territori e delle comunità e poi che ci siano adeguati percorsi formativi per gli operatori che saranno chiamati a gestire le nuove strutture. Importante che dall’audizione sia emerso che non va salvato l’opg, ma piuttosto vanno preservate le pratiche e le competenze che Castiglione ha saputo costruire negli anni.

Fabio Pizzul e Gianantonio Girelli, consiglieri regionale PD

1 comment

  1. Firenze – Dalla Regione Toscana 8.200.000 euro per le Case della Salute. In totale le nuove Case della Salute che verranno costruite sul territorio regionale sono 54, e saranno gestite dalle 12 Asl toscane. Lo stanziamento delle risorse è, come spiegato dal presidente della Regione, Enrico Rossi, “un importante rafforzamento dei servizi territoriali”. Le Case della Salute, ha chiarito invece l’assessore regionale al Diritto alla salute, Luigi Marroni, “rappresentano uno ei pilastri della riforma della nostra sanità regionale. Si tratta di strutture dotate di team multiprofessionali che funzionano come una sorta di grande ambulatorio sui territori”. La riorganizzazione della sanità toscana, in sostanza, si basa anche sulla riconversione e sulla riorganizzazione delle strutture ospedaliere più piccole, come quelle di Barga e Castelnuovo Garfagnana, San Marcello, Volterra, Portoferraio, Abbadia San Salvatore, Massa Marittima, Orbetello, Pitigliano e Castel del Piano. La Casa della Salute è un edificio nel quale si svolgono servizi ambulatoriali multidisciplinari e nel quale il paziente può venir a contato con medici di famiglia, infermieri, medici specialisti, personale sociale ed amministrativo. A fine 2012 le Case della Salute toscane erano, in tutti, 36 ed erano costate alla Regione un investimento di oltre 21.000.000 di euro. Con le 54 nuove Case della Salute, il loro numero salirà dunque a 90 punti multiambulatoriali sul territorio toscano. La Regione punta a farle poi arrivare a 120 totali.




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>