Costi politica: sì alla riforma, ma i tagli non devono colpire solo l’opposizione

Al presidente Maroni diciamo che noi siamo prontissimi ad applicare da subito in Consiglio regionale ciò che vale per la Giunta. Come Pd siamo pronti a rinunciare ai fondi di funzionamento e comunicazione e a fare come avviene per il presidente e per gli assessori, dove è l’ente, nel nostro caso il Consiglio, a mettere a disposizione il materiale d’ufficio, la strumentazione, tutto ciò che concerne il funzionamento e la comunicazione del gruppo, il personale di supporto alle commissioni e alla comunicazione. In questo modo non ci saranno più dubbi sulla regolarità delle spese e tutto sarà trasparente e lineare.
Saremo tuttavia intransigenti su un principio: il taglio delle risorse al Consiglio non può ricadere solo sull’opposizione, la parte che ha l’onere di controllare l’attività della giunta e di formulare e far conoscere proposte alternative.

Enrico Brambilla, vice capogruppo del Pd in Regione Lombardia in risposta alle dichiarazioni del presidente della Regione Roberto Maroni in merito alla riforma dei fondi a disposizione dei gruppi consiliari




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>