Dote scuola: Regione costringe le famiglie in fila davanti allo sportello

Perché creare inutili laccioli a discapito di famiglie svantaggiate costrette a recarsi a Milano presso gli uffici della Regione Lombardia per supplire all’ impossibilità di utilizzarela firma digitale?
Giovedì scadeva il termine per fare richiesta della dote scuola, il contributo erogato dalla Regione, sotto forma di voucher, in favore delle famiglie di studenti bisognose. Per completare la domanda, da compilare esclusivamente online, era necessaria la firma digitale, una formalità che ha costretto molti lombardi, che non sono in possesso del dispositivo apposito, a recarsi presso lo sportello competente. Piuttosto che perseverare in richieste per questo tipo di incombenze la Regione dovrebbe escogitare qualche soluzione più funzionale, delegando questo tipo di formalità agli enti territoriali e usufruendo degli spazi regione decentrati, senza costringere molti lombardi a recarsi necessariamente a Milano.
Abbiamo provato a contattare più volte il numero verde del call center regionale ma non abbiamo ricevuto risposta. Sarebbe opportuno che in giornate in cui cade la scadenza di bandi importanti come il buono scuola la Regione rafforzi tutti gli strumenti in proprio possesso. Immagino che questo sia un caso e che per l’erogazione del buono scuola funzionerà, invece, tutto regolarmente.

Fabio Pizzul, consigliere regionale del PD 




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>