Maugeri: Formigoni non invochi il complotto e si prepari a rispondere nel merito

Oggi, martedì 13 febbraio, la Procura di Milano ha chiuso le indagini sulla fondazione Maugeri nei confronti di 17 persone fra cui il governatore uscente della Lombardia, Roberto Formigoni, che è accusato anche di associazione per delinquere

Siamo di fronte al crollo definitivo del sistema Formigoni. Le accuse sono molto gravi e coinvolgono non solo l’ormai ex presidente, ma anche le persone a lui più vicine nella gestione della sanità lombarda e della Regione. Occorre cambiare, togliere dalla sala di comando un gruppo di potere che ha governato molto a lungo e introdurre finalmente regole improntante alla massima trasparenza.
Per quanto riguarda la solita sindrome da complotto di Formigoni, non convince proprio nessuno. Eviti questi atteggiamenti e si prepari a rispondere nel merito alle contestazioni che verranno formulate e che riguardano ingenti risorse pubbliche sprecate a danno dei cittadini. La grave questione della Maugeri tanto quanto la vicenda san Raffaele non può di certo essere banalizzata come sembra voglia fare ancora in queste ore Formigoni.

Sara Valmaggi, PD – vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia e Maurizio Martina, segretario regionale PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>