Da Pdl e Lega forzature inopportune: sulle società regionali deve scegliere la nuova giunta

Dopo il tentativo di nominare condirettore di Lombardia Informatica il Consigliere delegato Giovanni Catanzaro, fallito dopo la denuncia del Pd, Pdl e Lega tentano ora il colpo con Finlombarda. La Regione ha infatti chiesto al Consiglio di sorveglianza, in qualità di socio, di rinnovare anzitempo il contratto al direttore generale Giorgio Papa, in modo da prorogare la scadenza, prevista per il 2014, al 2016. Lo denuncia il gruppo regionale del Pd, fortemente contrario ad operazioni volte a blindare per i prossimi anni le società del sistema regionale.
È in atto il tentativo di perpetuare lo status quo nelle società regionali. Il potere formigoniano e leghista tenta in tutti i modi di sopravvivere all’esito delle elezioni regionali, compiendo o tentando di compiere forzature del tutto inopportune. La nostra è una critica che prescinde dal giudizio sulle singole persone, ma le decisioni sui vertici delle aziende regionali devono essere lasciate a chi governerà, grazie al consenso degli elettori, dal 26 febbraio in poi.

Enrico Brambilla, consigliere regionale PD




Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>